Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta società

La vita è come una partita a scacchi? Ma chi l'ha detto!

Immagine
Prosegue le ripubblicazione di alcuni miei vecchi articoli che hanno suscitato un seppur minimo interesse, come questo del marzo 2012, forse un po' ingenuo, che comunque lascio, nei contenuti, nella sua forma originaria.

Vediamo le due principali versioni che circolano su internet (la prima scritta in italiano, la seconda purtroppo in essemmessese )

La pubblicità Air Action Vigorsol con Koala "casanova" è offensiva?

Immagine
Questo articolo nasce a fine ottobre 2015 da una risposta data ad un commento ricevuto via Facebook a d un precedente post sulla pubblicità Air Action Vigorsol

Premetto che non sono in alcun modo legato al gruppo Perfetti Van Melle proprietaria del marchio Vigorsol né tanto meno all'agenzia che ha realizzato la campagna pubblicitaria.

Marco Berry Onlus - "Magic for Children": una onlus che non specula!

Immagine
"Anche i blogger fanno le faccende ma non sono faccendieri", potrebbe essere il titolo di un prossimo articolo, ma per ora mi serve ad introdurre che mi trovavo in cucina a rigovernare, quando su LA7, ospite del programma Tagadà, il programma pomeridiano condotto da Tiziana Panella, viene intervistato Marco Berry,
giornalista e conduttore televisivo, inviato delle Iene nonché illusionista (ma questo non lo ricordavo senza la provvida Wikipedia), che parla della sua onlus Marco Berry Onlus - "Magic for Children".
La cosa non mi stupisce in modo particolare visto che l'ho quasi sempre visto occuparsi di temi sociali. Ma mi hanno colpito le sue parole quando dice che si è comprato di tasca sua anche il biglietto per recarsi alla trasmissione.
Sul sito marcoberryonlus.org sono pubblicati i bilanci e c'è una pagina dedicata che descrive i dettagli economici e dove sono andate le somme raccolte. Vengono inoltre pubblicati gli estratti conti bancari, con i soli no…

Uno, dieci ... centomila Mattia!

Immagine
Ormai Mattia Sangermano è diventato, volente o nolente, un personaggio pubblico. Sul web si moltiplicano le parodie della sua intervista al TGCom24. Striscia la notizia lo ha clonato, manco fosse Renzi o Bruno Vespa.
Lui e tutta la sua famiglia, impietosamente messi alla berlina dai media.
Lui forse se l'è cercata, ma la sua famiglia?
Un'intervista incautamente concessa può diventare un punizione più severa di una condanna al carcere, ma potrebbe addirittura fare la fortuna di questo ragazzo, che il suo stesso padre sembra abbia definito un "pirla".

A me personalmente ricorda un po' qualche personaggio dei film di Verdone, ma i discorsi che fatto nella prima intervista non mi sembrano molto diversi da quelli che sento fare ad esempio ad alcuni ultrà, solo che a differenza di questi ultimi hanno ben chiaro quale siano i nemici, i "celerini" o i tifosi della squadra avversaria.

Ma quanti sono i giovani che si possono riconoscere i lui, o meglio che "…

Il sito inps.it e l'odissea del modulo on line!

Immagine
Un modulo da riempire online può essere una cosa comodissima, perché evita di stampare, riempire a mano, scannerizzare e poi inviare o caricare sul sito: tutto questo ovviamente se le cose funzionano.
A volte è anche questione di un po' di fortuna, perché dopo aver provato nell'ordine Chrome, Firefox ed Internet Explorer su due diversi notebook, uno con Windows 7 e l'altro con Windows 8 sono riuscito a portare a termine il compito proprio tramite il primo browser che avevo utilizzato, Chorme, quello che solitamente uso.
Non pensavo di scrivere questo articolo per cui non ho tenuto traccia esatta dei dettagli delle prove effettuate, per cui mi arrangerò nella descrizione con quello che ricordo.

Il primo errore che ho fatto è stato quello di non insistere con Chrome ma passare subito a Internet Explorer.

Il problema riscontrato su Chrome era facilmente risolvibile, mentre io ho finito per fare molti vani tentativi con Firefox e soprattutto con Internet Explorer, questo perc…

Chi va con lo zoppo ...

Immagine
Io sono uno di quelli che ancora associa all'idea di comunismo, o meglio al vecchio PCI, una sorta di onestà e di integrità morale ed ideologica. Sono d'altra parte conscio che l'ingresso nei palazzi del potere non può non portare a perdere una pur presunta refrattarietà alla corruzione, a meno di non girare con occhi e orecchie tappati.
Vengo dall'Irpinia, terra dove ha regnato e in parte ancora regna il buon Ciriaco, attualmente sindaco di Nusco, un avversario contro cui mio padre ha vanamente lottato nelle file del PCI.
Per me la Democrazia Cristiana è sempre stata sinonimo di clientelismo, per non dire peggio, Ma negli anni '70, se qualche sindaco di sinistra è riuscito a vincere nelle amministrative della mia zona natale, si dice l'abbia fatto copiando i metodi della DC, ossia con promesse di posti di lavoro e pacchi di pasta alle famiglie più bisognose.

Ritornando in tempi più recenti, nel 2007 la Margherita si è sciolta per essere assorbita dal PD, ma g…

Matteo Renzi e l'iceberg Italia.

Immagine
Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi è un inguaribile ottimisti ed un grande chiacchierone. A sentirlo parlare sempre che tutto vada bene e che il suo governo ha sempre agito nel miglior dei modi. A sentir parlare gli altri non ne indovina una: gli riconoscono solo il merito di sapersi vendere bene.
E se gli altri avessero ragione e Renzi torto?

Non sarà mica che Renzi vede soltanto la punta bianca e luccicante dell'iceberg Italia, ignorando la parte più grossa, quella sommersa?

E a questo punto la parte del Titanic la farà il governo Renzi?
Devo comunque onestamente confessare che l'ottimismo di Renzi non mi dispiace e lo preferisco alla austera seriosità dei presidenti del consiglio che l'hanno preceduto. Volendo la metafora dell'icerbeg Italia si può anche capovolgere, perché in fin dei conti la parte sommersa dell'iceberg è fatta dello stesso ghiaccio della parte emersa ed inoltre la quasi totalità delle navi non fa la fine del Titanic.

Il mio grande dubbi…

Utilizzo dello smartphone: anziani vs adolescenti

Immagine
Avete mai fatto caso al diverso modo in cui un adolescente ed una persona di una certa età si rapportano al loro smartphone?

In estrema sintesi l'ultra sessantenne sembra sempre intento a fissare lo schermo senza fare niente, per contro l'adolescente è sempre preso da una frenetica attività delle dita, qualunque cosa stia facendo.
La persona di una certa età estrae di solito lo smartphone perché ha ricevuto una telefonata o per farne una. La telefonata è di solito di tipo tradizionale, tramite il proprio gestore.
Nel caso non si tratti di rispondere ad una chiamata allora per prima cosa guarda al lungo lo schermo, come se fosse sempre la prima volta, poi cautamente fa scorrere un paio di pagine o tocca un'app. A questo punto, se già non li indossava, inforca gli occhiali e fissa lo schermo. Se deve cercare qualcosa facilmente utilizza la ricerca vocale, se disponibile, al posto della tastiera, che nasconde sempre qualche inghippo. Se è abituato all'uso del computer …

Il divieto dell'assunzione di alcolici ai minori ha anche basi scientifiche.

Immagine
Fare cose da adulti è spesso per i più giovani un modo di sentirsi più maturi o quanto meno di atteggiarsi da adulto. E quali cose fare se non quelle vietate, come bere e fumare?
Quello che voglio far notare in questo articolo è ché il divieto della vendita e somministrazione di alcolici ai minori trova una giustificazione dal punto di vista scientifico oltre che educativo.
In altri termini, dal punto educativo, si potrebbe dire che "se ti vuoi fare del male devi essere abbastanza adulto da capire quello che stai facendo", mentre dal punto di vista scientifico si evidenza che i giovani (e in parte le donne) sono molto più vulnerabili agli effetti dell'alcool.

L'alcool è una di quelle sostanze, che se ingerita in dosi elevate e soprattutto per periodi prolungati, può causare seri danni al nostro organismo, senza contare tutti gli incidenti causati dall'abuso anche solo occasionale di bevande alcoliche.

Tutti conoscono gli affetti legati dell'abuso cronico di …

Il cliente? Un pollo da spennare!

Immagine
Nella migliore delle ipotesi, in quasi tutti i settori commerciali, un cliente può sperare di essere trattato come gli altri e non peggio, in particolare in tutti quei settori che prevedono un abbonamento con rinnovo automatico a prodotti o servizi. o fornitura continuativa di beni e servizi.

Non parlo tanto della qualità del servizio o dei prodotti che potrebbe essere ottima quanto del prezzo a cui tali prodotti o servizi vendono venduti.

Si potrebbe quasi dire che il prezzo pieno di un prodotto o servizio è quello che viene fatto pagare ai clienti già acquisiti.
Dal digitale terrestre al satellitare, dalla telefonia alle forniture energetiche, dagli abbonamenti alle riviste al rinnovo degli antivirus: rinnovare non converrebbe mai:

si dovrebbe cambiare di continuo fornitore per godere di sconti e offerte.

Da dieci anni spendi 500 euro l'anno? Se sei fortunato forse di offriranno un qualche prodotto omaggio del valore di 10, ma solo se sei molto fortunato.

Tutti si ricordano che…

Il più grande problema dell'Italia

Immagine
Vi ricordate del film Johnny Stecchino (1991) diretto e interpretato da Roberto Benigni?
In una delle scene del film, un sedicente zio accompagna in auto Dante (Benigni nella parte del buono), appena giunto in Sicilia, e gli spiega che la più terribile delle piaghe che affliggono Palermo (e la Sicilia) è il traffico (mentre chi guarda il film si aspetta che venga ovviamente indicata la mafia).
Ebbene, qual'è il più grande problema che impedisce lo sviluppo economico dell'Italia?
Il traffico è comunque un bel problema ma penso di poterlo escludere con buona pace del citato personaggio del film di Benigni.
Sembrerebbe ovvio dire che  il "debito pubblico" è sicuramente il maggior freno alla ripresa economica della nostra nazione.
Qualcun altro potrebbe invece dire è proprio l'Europa il maggior ostacolo alla nostra ripresa.
Si potrebbe poi citare la mafia, anzi "le mafie", come pure burocrazia e corruzione.
Io invece credo che il peggior ostacolo alla …

Mediaworld: attenti ai prezzi in negozio!

Immagine
Se siete abituati ad acquistare su internet il prezzo di listino è un termine praticamente sconosciuto in quanto tutti i venditori praticano sconti più o meno ampi: andrebbe chiamato P.M.V.G.(Prezzo Massimo di Vendita per Gonzi). Il prezzo di listino viene normalmente determinato dal produttore, ma solitamente il prezzo di vendita è inferiore soprattutto per alcune categorie di articoli. Non credo esista una regola generale, ma tutto dipende dalla scontistica applicata dal produttore ai distributori e rivenditori.
Ma se entrate in un negozio Mediaworld allora il prezzo di listino diventa la regola, fatti salvo i prodotti in promozione che solitamente sono convenienti.
Ovviamente Mediaworld non è l'unica catena ad applicare questo genere di politica, ma l'ho citata perché voglio portarvi un esempio specifico di cui sono stato colpevole protagonista!
Mosso da una certa urgenza ho acquistato presso uno store Mediaworld un piccolo access point, range expander della D-Link, modell…

No ai tatuaggi sugli animali domestici!

Immagine
Sembra incredibile ma questa stupidissima moda, detta pet tattoe, abbastanza praticata negli Stati Uniti, ma diffusa soprattutto in Russia e Asia, sembra abbia già contagiato l'Italia.

Per ora soprattutto cani, circa duemila, ma anche qualche gatto, come denuncia Aidaa, l'Associazione italiana difesa animali e ambiente.

La scorsa settimana l'Aidaa si è rivolta quindi direttamente al ministro della salute Beatrice Lorenzin chiedendo
"un provvedimento ad hoc che metta fuori legge il tatuaggio degli animali (anche quello di riconoscimento è stato sostituito con il microchip) e che consideri tale pratica un reato di maltrattamento da inserire nell'articolo 544 del codice penale". Passi il barboncino che somiglia alla borsetta della padrona. Fin quando si tratta di tagliare il pelo la bestiola non soffre (almeno non direttamente), ma il tatuaggio è una pratica dolorosa, forse ancor di più per animali che hanno la pelle molto sensibile: a meno che non si parli…

The 2013 TIME 100: Mario Balotelli fra le cento persone più influenti

Immagine
Time 100 è la lista delle 100 persone più influenti di ogni anno, redatta dalla rivista statunitense TIME.
Per influente, si intende una persona che ha effettivamente cambiato il mondo, sia in meglio che in peggio.
Quest'anno ci sono due italiani in questa lista: uno è il presidente della BCE Mario Darghi, nella categoria Leaders, l'altro, nella categoria Idoli, è un altro Mario, Balotelli!
Si contano sulle dita di una mano gli sportivi presenti nella lista del Time e fra questi Balotelli è l'unico calciatore. Nei cento dello scorso anno c'era Lionel Messi
Nella lista 2012 c'erano ancora due italiani, lo stesso Mario Draghi insieme a Mario Monti. Tra il 2004 ed il 2011 un solo italiano, nel 2006, Renzo Piano, incluso anche nei primi 10 della categoria Artists & Entertainers. Ogni profilo viene solitamente scritto da personalità affini: per Mario Balotelli il profilo è stato scritto da Gianfranco Zola, dal 2012 alla guida del Watford squadra della seconda di…

Femen: le femministe a seno nudo.

Immagine
Milano, domenica 24 febbraio 2013: tre attiviste di Femen si infiltrano fra i giornalisti nella scuola che ospita il seggio presso il quale Berlusconi si è recato a votare. Al passaggio del Cavaliere si mettono a torso nudo esponendo (oltre a i seni) la scritta "BASTA BERLUSCONI" sulla pelle.
Qualche settimane fa erano a Davos, in Svizzera, in occasione del World Economic Forum  2013, per protestare contro il sessismo che domina nel mondo della politica e della finanza, un paio di giorni fa Le Femen hanno invaso la passerella del Berlino International Film Festival per protestare contro le mutilazioni genitali femminili.
Ma chi sono queste giovani ragazze che protestano a seno nudo?
Femen è un movimento di protesta ucraino divenuto famoso, su scala internazionale, per la pratica di manifestare in topless contro il turismo sessuale, il sessismo e altre discriminazioni sociali.
E' stato fondato a Kiev nel 2008 da Anna Hutsol , immedesimatasi emotivamente con le tante tri…

Servizio Pubblico e l'importanza di una informazione equilibrata

Immagine
Ieri sera a Santoro dopo gli -oni  arrivano gli  -ini. Ma sono tre: Fini, Salvini e Landini.
(Se poi toccherà a Bersani rischio di cadere nella volgarità ...)

Gianfranco Fini di Futuro e Libertà,  Matteo Salvini della Lega e Maurizio Landini della FIOM si sono alternati nell'esporre i loro punti di vista sul presente, a parte Fini che ha parlato soprattutto del passato anche se recente.
Sentendo parlare i vari protagonisti della puntata mi sono sentito di volta in volta tirare dalla loro parte: prima della fase del contraddittorio, ero particolarmente ricettivo. Per qualche minuto sono stato con Futuro e Libertà, poi con la Lega, poi con la Fiom (ma chi avrei votato?).
Il PDL ha ripreso fiato nei sondaggi grazie all'accoppiata vincente Berlusconi / TV
E questo nonostante io non sia particolarmente vicino alle loro idee. Trovo quindi inopportuno il troppo spazio ricevuto in particolare prima da Monti e poi da Berlusconi, in maniera minore anche da Bersani, nelle varie trasmis…

Capodanno 2013 ai Fori Imperiali

Immagine
Grazie anche alla gentile concessione dell'appartamento di mia sorella (zona Ponte di Nona) io e la mia compagna abbiamo deciso di passare il capodanno a Roma, e di provare a fare il brindisi di fine anno ai Fori Imperiali.

Avevamo deciso di evitare un cenone troppo pesante e di mangiare alla carta.

Il locale che abbiamo prenotato era in via Torino, una traversa di via Nazionale, non lontano da Piazza della Repubblica.

Non conosco bene Roma e non la conosco affatto come automobilista, così mi sono (quasi) totalmente affidato al mio Tom Tom.

Il giorno 30, domenica. il varco della ZTL era aperto e abbiamo parcheggiato in via Modena, nei pressi della Questura. E oltre alla solita visita a Piazza di Spagna e alla Fontana di Trevi, abbiamo avuto il tempo di fare un sopralluogo ai Fori Imperiali per vedere dov'era posizionato il palco.
Nel tornare verso la macchina siamo passati da Via Cavour, ed avendo visto che l'accesso ai Fori Imperiali (Largo Corrado Ricci) era decisame…

Anche i cani sui treni dal 25 luglio

Immagine
Una bellissima notizia per tutti gli amanti degli animali e soprattutto per i possessori di cani, in particolare di grossa taglia. Ci sono delle precise norme da seguire e non è possibile su tutti i treni, ma si tratta di sicuro di una bella novità per i nostri amici a quattro zampe.


Riporto quanto scritto fra i comunicati del sito trenitalia.com.

Novità: gli amici a 4 zampe a bordo delle Frecce Dal 25 luglioi cani di qualsiasi taglia potranno viaggiare a bordo delle Frecce  ed Eurostar Italia, oltre ai treni attualmente previsti (Intercity e Notte), sia in 1a che in 2a classe e nei livelli di servizio Business e Standard, ad eccezione dei livelli Executive, Premium, Area del silenzio e salottini.
Il trasporto degli animali domestici I cani di piccola taglia, i gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia (custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50) sono ammessi gratuitamente  nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di …

Camila Vallejo, icona mondiale della protesta studentesca

Immagine
Questa sera, nell'ultima puntata prima della pausa estiva di Ballarò, ho sentito per la prima volta parlare di Cristina Vallejo. (Beata ignoranza potrebbe commentare qualcuno e io non potrei dargli torto)

La prime cosa che mi ha colpito è stato il suo piercing al naso, incorniciato da un volto pressoché perfetto, e successivamente, in foto, i suoi occhi verde-azzurro.



Non so se il successivo pensiero sia da classificare come maschilista o meno, (no ... non è quello che state pensando), perché mi sono posto la domanda su quanto la sua immagine, la sua bellezza, abbia influito nel farla diventare famosa a livello mondiale.

E continuando nel mio pseudo-maschilismo mi domando quanto potrà resistere alle lusinghe dello star system  che sono sicuro sta già cominciando a farle la corte: in ogni caso le auguro di rimanere se stessa e di reinvestire nella sua "Causa" la maggior parte degli eventuali guadagni

Camila Vallejo, nata a Santiago in Cile nel 1988, è una studentessa univ…

Antonio Cassano "scherza" sui gay in Nazionale

Immagine
I mass media hanno processato e condannato il buon Cassano per essersi macchiato di vilipendio del popolo gay. Effettivamente il calciatore ha usato con leggerezza il termine "frocio" che sicuramente non è un complimento.
Cassano è stato invitato da un giornalista a commentare le dichiarazioni di Alessandro Cecchi Paone a proposito della presenza nel gruppo della Nazionale di Prandelli di due gay, un bisessuale e tre metrosexual

Fantantonio e, nonostante la premessa in cui diceva che mister Prandelli lo aveva avvertito che avrebbe potuto ricevere una domanda in tal senso, pronuncia alcune frasi poco felici:
“Ci sono froci in Nazionale? Problemi loro, se la sbrigassero loro. Io mi auguro che non ci siano”.  Io non mi voglio unire al coro di condanna nei suoi confronti.
Cassano ha detto, senza troppa diplomazia, quello che pensava. E che purtroppo una fascia consistente della popolazione italiana condivide.

Ma Cassano è un calciatore, non un esponente del governo o di qualche …