Gran Premio di Spagna: Vince Hamilton, Alonso evita il doppiaggio

A Barcellona va in scena l'imbarazzante superiorità delle Mercedes: quarta vittoria consecutiva e 25esima in carriera per Hamilton che resiste agli attacchi di Rosberg negli ultimi giri. Ad un giro dalla fine Raikkonen viene doppiato e giungerà settimo dietro Alonso, che per pochi secondi evita di essere doppiato anche lui.
Quinto Bottas con la Williams-Mercedes, quarto Vettel, autore di una gran rimonta dopo essere partito dalla 15-esima posizione in griglia, preceduto da Ricciardo, autore di un gara molto costante, e che ancora una volta precede il compagno di team.



Solo i primi sei non sono stati doppiati, con la prima delle Redbull a quasi 50 secondi da Hamilton.
In classifica generale il pilota inglese con 100 punti esatti,  precede di tre punti il compagno di squadra Rosberg, a 97, che ha vinto la prima gara e poi è giunto sempre secondo dietro Hamilton.
Fernando Alonso con 49 punti precede di quattro punti Vettel a 45 punti, seguito da Ricciardo a 39.

Sul Circuito di Catalogna la differenza fra i vari team è stata evidente con la Mercedes a precedere nettamente la Redbull, a sua volta più performante di Ferrari e Williams con prestazioni simili fra di loro.

Fra due settimane a Montecarlo, dove lo scorso anno vinse Rosberg, c'è speranza per tutti, poi in Canada arriverà un pacchetto di migliorie per la Ferrari: sara sufficiente per lottare almeno con le Redbull?

Il 2014 rischia di essere per la Ferrari un anno senza vittorie: l'ultimo anno con zero vittorie della Ferrari fu la stagione 1975.

La Ferrari non vince da 19 gran premi (dalla vittoria di Alonso in Spagna nel 2013), e da 34 gare non ottiene la pole (Alonso, nel  GP di Germania 2012 Alonso).
Una sola statistica positiva è in corso, quella delle gare consecutive a punti, che con il Gran premio di Spagna sono 72 (l'ultimo GP in cui la Ferrari ha conquistato zero punti è stato il Gran Premio di Gran Bretagna del 11 luglio 2010).  (statistiche derivate dal  f1passion.it)

Commenti