GP Malesia: vince Vettel fra le polemiche

Sebastian Vettel è un sicuramente un grandissimo pilota ma forse le sue doti umane ed il rispetto per il compagno di team, Mark Webber, e il team stesso scarseggiano.
Per lui arriva la ventisettesima vittoria in carriera,  che unita al ritiro di Alonso, al ridimensionamento della Lotus avrebbe dovuto far presagire grandi festeggiamenti al traguardo: invece solo applausi di circostanza da parte degli uomini della Red Bull, musi lunghi nel paddock e gelo con Webber.
Nella parte finale della gara Vettel ha superato il compagno di squadra, con un sorpasso in rettilineo al limite del regolamento: Webber si era spostato a destra lasciando all'avversario la possibilità di provare un sorpasso all'esterno, comunque possibile sul rettilineo d'arrivo. In vece il pilota tedesco si è infilato fra l'australiano ed il muro dei box, per poter aver la corda in frenata ed essere sicuro del sorpasso. Oltretutto in precedenza era arrivato dalla squadra l'ordine di passare ad un settaggio meno aggressivo, ordine che probabilmente Vettel non ha rispettato.
Nell'analisi della gara, su Sky, hanno fatto vedere che Vettel non ha violato il regolamento perché non ha superato con tutte e quattro le ruote la linea bianca, ha comunque effettuato una manovra molto pericolosa, per la vicinanza al muro e per l'alta velocità che le monoposto hanno in quel punto.
Sembra che il team non avesse dato l'ordine di mantenere le posizioni, come invece ha fatto nel finale la Mercedes, che anche per problemi di consumo benzina, ha chiesto ad Hamilton di rallentare e a Rosberg di non attaccarlo.
Quest'anno le gomme si usurano più velocemente e le strategie diventano sempre più importanti: quasi tutti i team hanno fatto quattro cambi gomme e ci sono stati molti errori, anche per il caldo:
La Force India ha compromesso ai box l'ottima gara che i suoi piloti stavano facendo, ed i meccanici della McLaren hanno avvitato male un bullone della ruota di Button. Incredibile distrazione di Hamilton, che entra al pit stop nello spazio della sua ex squadra, la McLaren: reattivi i suoi ex meccanici che si spostano facendogli capire l'errore.

Breve cronaca della gara:
Alonso parte bene e cerca di attaccare subito la prima posizione di Vettel, ma è troppo aggressivo ed alla seconda curva finisce per danneggiare gravemente l'alettone. Ma la macchina è ancora guidabile, la pista bagnata si sta asciugando, e Alonso decide di resistere ancora un paio di giri per poi mettere le gomme da asciutto. L'azzardo non paga, e poco dopo l'inizio del secondo giro l'alettone si rompe verso la fine di uno dei rettilinei e si incastra sotto le gomme: Alonso termina senza conseguenza la sua corsa nello spazio di fuga, ma è costretto al ritiro. Un pessimo modo per festeggiare il traguardo di 200 Gran Premi in carriera
Massa che era terzo, non riesce ad essere competitivo con la pista umida e perde alcune posizioni. Dopo la prima serie di cambi è Webber ad essere al comando e vi rimane per gran parte della corsa, fino a subire, a dieci giri dalla fine, il sorpasso delle polemiche da parte del compagno di squadra.
Nella seconda parte della gara la vettura di Massa ritorna competitiva. Con l'ultimo set di gomme, più fresche rispetto agli avversari, sorpassa prima Perez e Raikkonen, poi rimonta una decina di secondi a Grosjean e lo sorpassa facilmente a pochi giri dal traguardo.

Sepang - Gran Premio di Malesia 2013: ordine d'arrivo:
PosGrigliaPilotaTeamTempo/Distacco
11Sebastian VettelRed Bull Racing-Renault1:38:56.681
25Mark WebberRed Bull Racing-Renault+4.2 secs
34Lewis HamiltonMercedes+12.1 secs
46Nico RosbergMercedes+12.6 secs
52Felipe MassaFerrari+25.6 secs
611Romain GrosjeanLotus-Renault+35.5 secs
710Kimi RäikkönenLotus-Renault+48.4 secs
812Nico HulkenbergSauber-Ferrari+53.0 secs
99Sergio PerezMcLaren-Mercedes+72.3 secs
1017Jean-Eric VergneSTR-Ferrari+87.1 secs



Classifica piloti:

Vettel 40 -  Räikkönen 31 - Webber  26 - Hamilton 25 - Massa 22
Alonso 18 - Rosberg 12 - Grosjean 9 - Adrian Sutil 6 - di Resta 4


Classifica costruttori:

Red Bull Racing-Renault 66 - Lotus-Renault 40 - Ferrari 40
Mercedes 37 - Force India-Mercedes 10 - Sauber-Ferrari 4
McLaren-Mercedes 4 - STR-Ferrari 1


Fonti/link
http://sport.sky.it/sport/formula1/2013/03/24/mondiale_f1_2013_gp_malesia_cronaca.html
http://sport.sky.it/sport/formula1/gare/granpremio_malesia/risultati.html
http://www.formula1.com/results/season/2013/894/



Commenti

Articoli collegati