Niente copyright per le immagini su Internet?

Questa non è solo una provocazione: io credo che l'unica regola sostenibile sia la copia libera. Altrimenti potremmo pubblicare solo immagini realizzate da noi o a acquistate e di cui possiamo provare la proprietà magari fornendone una copia a risoluzione maggiore o la copia di un contratto

Della maggior parte delle immagini che usiamo possiamo soltanto dire che non le abbiamo copiate ma non possiamo provarlo.

D'altra parte chi ci accusa di aver copiato un immagine dal suo sito, sul quale era anche epressamente proibita la copia, non può provare che noi abbiamo effettivamente copiato dal suo sito e non da altro sito che a sua volta aveva copiato dal sito dell'autore.

E che colpa ci può essere imputata se noi abbiamo copiato una immagine da un sito sul quale non c'era nessuna indicazione relativa ai diritti di proprietà dell'immagine stessa (come poi accade di solito)?

Al massimo ci potrebbero invitare a rimuovere l'immagine incriminata: dico invitare e non costringere, perché nel caso di un rifiuto a rimuovere l'immagine stessa, l'invito dovrebbe essere seguito da prove

Supponiamo invece che l'onere della prova spetti a chi mostra  l'immagine: per ogni immagine dovrei mantenere un database dei siti da cui ho preso le immagini, con data e momemto esatto in cui ho copiato l'immagine e uno screenshot che mostra l'assenza di divieti o indicazioni di proprietà intellettuale ... per ogni immagine nel mio sito di cui io non possegga un originale in formato vettoriale o a risoluzione maggiore o cartaceo

Persino copiare da un sito che incoraggia la copia e la distribuzione delle proprie immagini potrebbe essere pericoloso: se vossero tutte immagini copiate da un sito dove queste immagini erano in vendita? O prese da raccolte su cd-rom il cui uso è concesso solo al proprietario della licenza? e se il sito da cui le abbiamo prese non ci fosse più?

Saremmo  per questo dei pirati informatici? Come potremmo distinguerci da chi invece le immagini le ha copiate deliberatamente?

Un giornale paga le immagini che pubblica ad un fotografo o un agenzia, spesso in esclusiva: un giornale non credo quindi possa pubblicare un certo tipo di immagini senza averne i diritti

Ma il web diventerebbe un mondo senza colori se tutti i publisher e webmaster, anche di siti commerciali, dovessero avere la licenza d'uso per ogni elemento grafico utilizzato (come poi in effetti è secondo la legge)

L'importante è che non si spacci per proprio quello che non lo è: in effetti non mi piace molto l'abitudine di molti blogger, più spesso di sesso femminile, di firmare e rivendicare la proprietà di immagini magari prese da un blog brasiliano o da deviantart.

Le immagini sono di tutti e quelli che le creano sono dei "benefattori"

Nel momento in cui pubblicano una immagine questa rimane di loro proprietà ma l'uso diventa, di fatto, pubblico

I creativi sono pochi, i copioni sono tanti: siamo tutti copioni anche se a volte, per qualche breve istante, siamo tutti dei creativi...

Comunque quello della copia delle immagini è un caso lampante di inapplicabilità delle normative correnti

Addirittura a volte ci si autodenuncia!

Scriviamo: immagine presa da repubblica.it

(ci ha autorizzato qualcuno dello staff di Repubblica a copiare quell'immagine?)

Stiamo dando una piccola mancia (un link) per sperare nella clemenza dei proprietari del sito?

O lo possiamo fare soltanto perchè il nostro piccolo blog non è a fini di lucro?

Ma sel nostro blog mettiamo della pubblicità? (non importa se poi non guadagnamo più di un euro al mese)

Conclusioni: non si può copiare, ma tutti lo fanno impunemente.

Sarebbe allor opportuna una legge che liberalizzasse la copia per tutti quei siti in cui l'utilizzo commerciale non sia prevalente (tanto per fare un esempio ricavi minori di 10€ al mese) con l'obbligo di rimozione immediata delle immagini nel caso in cui il "querelante" fornisca la prova della proprietà dei diritti sulla data immagine

Commenti

  1. a me hanno fatto chiudere un sito web (in cui non ho messo copyright e cavolate varie) x qualche foto presa qua e la... addirittura minacciandomi mi mandarmi polizia e carabinieri... era un sito sul turismo... ma internet non era libero o ce anche la "mafia virtuale?" boh... certo che andare qui e li x la regione dove abito io a fare 4 foto x metterle in un sito web mi sembra una cavolata enorme; ah il mio sito non era a "scopo di lucro" il sottoscritto soldi via internet non ne cercava... ora sto rifacendo (x smacco) un sito molto + ricco, ma ho paura che anche se mettessi materiale mio, mi verrebbero a rompere le uova nel paniere...

    che ne pensate voi?, nel 2009 ancora ste cose devono esistere?

    RispondiElimina
  2. Ciao anonimo, purtroppo con le foto copiate non si sa mai dove andare a parare. Personalmente credo che se si copia da un sito che riporta informazioni di copyright si può sempre dire di averle prese da quel dato sito pensando fossero di pubblico dominio e rimuoverle se richiesto. Magari chiedere una prova della proprietà intellettuale delle foto contestate, anche se è bene evitare di andare per vie legali visto che non c'è niente da guadagnare. Non credo proprio che potrebbero contestarti delle foto scattate da te a meno che non riproducono persone o oggetti di proprietà altrui ... si entra comunque in un ginepraio, la ragione sta dalla parte dell'avvocato migliore in certi casi ... purtroppo!

    PS: le precedenti considerazioni non sono frutto di esperienza personale ma soltanto di mera speculazione (nell'accezione filosofica del termine):)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.