sabato 24 ottobre 2015

MotoGP giallo Australia: l'analisi dei tempi sul giro

Oggi nelle qualifiche del Gran Premio di Malesia, sulla pista di Sepang, dominio Honda con Pedrosa stratosferico e un buon Marquez, Con Rossi che, nell'ultimo giro disponibile, strappa per un niente (11 millesimi di secondo) un ottimo terzo posto e la prima fila al rivale Yamaha Lorenzo.
Dopo la qualifica pacca di Marquez a Valentino che ricambia con un sorriso non troppo caldo: un tentativo di riappacificazione da parte del fuoriclasse spagnolo?

"Marquez in Australia ha corso contro di me. Non vuole vinca il titolo, e allora cerca di aiutare Lorenzo. Sostiene che quest'anno l'ho messo fuori gioco, è arrabbiato per quella caduta in Argentina e la mia vittoria ad Assen: così - come un bambino - fa di tutto per fare perdere anche me".

Questo e altro ha dichiarato Vale dopo il GP d'Australia, mentre ha difeso Iannone che gli ha portato via il terzo posto:
"Iannone è stato bravissimo, nel corpo a corpo è forte e quando giochi il podio ognuno da il 100%"

e successivamente ha ribadito la cosa attaccando quei suoi tifosi che avevano insultato Iannone sui social:
"Chi ha offeso Andrea Iannone non è un mio vero tifoso. Quelle sono persone stupide"

Quindi più che legittima l'aggressività nel finale dell'amico Iannone mentre quanto meno strano il comportamento di Marc Marquez.
Ho rivisto proprio ieri sera un servizio su Sky relativo alla vicenda e la gara dello spagnolo non è stata per niente lineare.

Si voleva solo divertire conscio di avere una moto più forte o ha coscientemente aiutato un po' il connazionale Lorenzo (anche se non al punto di lasciargli la vittoria)?

Che l'andamento dei suoi tempi sia quanto meno strano lo dimostra questo grafico che realizzato utilizzando i tempi sul giro disponibili in pdf sul sito ufficiale della MotoGP

Il risultato è il grafico sotto, che riporta i tempi in secondi (a partire dal secondo giro) dei primi quatto: Marquez (blu), Lorenzo (grigio), Iannone (giallo) e Rossi (arancio) nell'ordine (cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Appare evidente che la linea blu dei tempi sul giro (in secondi) relativa a Marquez si discosta molto di più dalla media rispetto agli altri, con Lorenzo il più costante.
Tutti più lenti nell'ultimo giro tranne Marquez che realizza il miglio tempo.
Tenete presente che le punte verso l'alto rappresentano ovviamente i giri più lenti e viceversa

Anche l'aspetto matematico dell'analisi dei tempi sul giro mostra che la media delle deviazioni assolute dei valori rispetto alla loro media, che da la misura della variabilità di un set di dati, ci conferma l'impatto visivo del grafico:
Marquez  0,277 -  Rossi 0,242 - Iannone 0,201 - Lorenzo 0,109 

A meno di 10 giri dalla fine Lorenzo era stato ripresto e Marquez è passato in testa, non è andato via ed è stato superato di nuovo da Lorenzo, che lo distacca mentre lui impegna Rossi in un intenso corpo a corpo.

Se non voleva favorire il connazionale Lorenzo, allora Marquez aveva proprio voglia di divertirsi alle spalle di Rossi ... oppure il piacere di battere quello che lui continua a dichiarare essere il suo idolo gli ha fatto dimenticare che Valentino si sta giocando il mondiale!

Vediamo a Sepang cosa faranno le due Honda che sembrano nettamente più forti delle Yamaha che le seguono in griglia. 

Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.