Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta storia

Festa della Donna: fu Teresa Mattei a proporre l'uso della mimosa

Immagine
La mimosa, fiore simbolo in Italia dell'8 marzo, compie 72 anni. Un anniversario che cade, non a caso, nello stesso anno del voto alle donne in Italia. Nelle elezioni amministrative del  10 marzo 1946 per la prima volta le donne poterono votare. Due giorni prima c'era stato il ritorno della Festa
della Donna dopo la soppressione operata dal regime fascista ed in questa  occasione la mimosa per la prima volta ne fu il simbolo.

Differenze tra calendario gregoriano e calendario giuliano

Immagine
Il calendario gregoriano è il calendario civile che utilizziamo tutti i giorni in Italia ed il più usato nel mondo, Come il calendario giuliano, da cui deriva, è basato sul ciclo delle stagioni ma prevede un minor numero di anni bisestili.

La prima cosa da sottolineare è che la durata dell'anno solare non è di 365 giorni ma più lunga di alcune ore.

Domenica prossima torna l'ora solare

Immagine
Nella notte tra sabato 26 e domenica 27 ottobre le lancette vanno spostate di un ora indietro perché finisce l'ora legale e si torna all'ora solare. Nei paesi dell'Unione europea l'ora legale dura sette mesi ed  inizia l'ultima domenica di marzo, termina l'ultima domenica di ottobre

Per convenzione lo spostamento di un ora all'indietro viene fatte alle ore 03:00 di domenica prossima.
L'ora legale ritorna in vigore domenica 30 marzo 2014.


L'ora legale è stata adottata al fine di limitare i consumi energetici utilizzando il più possibile la luce naturale. Secondo i dati di Terna Spa, operatore di reti per la trasmissione dell’energia, il risparmio, nel 2012, è stato pari a quasi 613 milioni di kWh.
Non tutti sono daccordo con i benefici dell'alternanza di ora legale e ora solare: il Codacons, ad esempio, propone di lasciare sempre in vigore l'ora legale, in particolare per diminuire i disagi dovuti al cambio di orario. Antiche civiltà come q…

La genialità al tempo di Internet

Immagine
La storia dell'umanità è ricca di uomini geniali vissuti in tutte le epoche.Uomini che hanno dato un contributo fondamentale all'evoluzione o che hanno sono stati eccelsi in un singolo campo dell'arte, nel senso più lato del termine, oppure persone che hanno comunque lasciato una traccia indelebile nella storia dell'uomo a seguito del loro operato.

Non possiamo ovviamente sapere niente relativamente alle ere preistoriche, ma non si può escludere che invenzioni fondamentali quali la ruota o l'arco siano stati opera di singoli individui che andrebbero sicuramente annoverati fra i grandi geni della storia.

Mi domando inoltre se i Grandi della storia siano o meno dei geni. In particolare se anche i più crudeli dittatori si possano considerare geniali.
Alcuni grandi monarchi della Storia, lo sono forse diventati solo per diritto di nascita e particolari condizioni storiche, forse senza nessun merito personale, ma in generale la capacità di interrelazione, il carisma, l…

MotoGP: Valentino Rossi vs Jorge Lorenzo - Parte seconda

Immagine
Continua da parte prima Nel 2009, la Michelin si ritira e tutte le moto corrono con pneumatici Bridgestone in regime di monogomma (regime che dovrebbe durare almeno fino al 2014).
 A contendere il titolo ai due piloti Yamaha, c'è soprattutto Stoner con la Ducati che vince due delle prime cinque gare, altre due le vince Lorenzo, una Rossi.  Ma nelle successive sei gare Rossi mette una buona ipoteca sul titolo, con quattro vittorie ed un secondo posto, precedendo sempre Lorenzo, che per altro cade a Donnington Park e a Brno proprio mentre era al comando. La serie positiva di Valentino inizia proprio in casa di Lorenzo, sul Circuito di Catalogna, dove Rossi va a vincere con un incredibile sorpasso all'ultimo giro proprio sul compagno di team. Il distacco sale fino a 50 punti. Ma Jorge non si arrende e riesce a ridurre il suo svantaggio a soli 18 punti dopo la vittoria nel Gp del Portogallo, a tre gare dal termine.
Ma nella gara successive, a Philip Island, Lorenzo cade, Ross…

MotoGP: Valentino Rossi vs Jorge Lorenzo - Parte prima.

Immagine
Fra qualche ora, in Qatar, sul circuito di Losai,  riprende la sfida  fra i due piloti, compagni di team, che hanno fatto grande la Yamaha negli ultimi anni. In questo post voglio ripercorrere brevemente quello che è successo negli ultimi anni della MotoGP.
Valentino Rossi, 34 anni, è già da tempo una legenda vivente del motociclismo, non deve dimostrare più niente se non il suo attuale valore.
Viene da due anni difficili alla Ducati, dove la vittoria, non poteva che essere una chimera. Probabilmente anche il miglior Stoner, sulla Ducati degli ultimi due anni avrebbe potuto fare poco di più.
Così, il pilota di Tavullia, torna a guidare quella moto che gli ha regalato più successi, e ritrova il suo avversario degli ultimi anni, quel Lorenzo diventato sempre più forte, sempre meno il cascatore del primo anno in MotoGp, sempre più calcolatore, sempre più forte, fresco della conquista del suo secondo titolo. Rossi inizia la sua avventura in Yamaha nel 2004, dopo aver vinto, con la Ho…

About me

A volte mi chiedo chi sono ... e devo confessarvi che ancora non l'ho capito!
Però qualche certezza, almeno relativamente agli ultimi anni, ce la dovrei avere.
Scrivo sotto un pseudonimo e la mia identità reale (Angelo è il mio vero nome) non è al momento palesemente pubblica ma non è difficile da scoprire.

La mia carriera di blogger (se tale mi posso definire) comincia su Tiscali e su Libero, il 7 aprile 2006 (almeno questa è la data dei primi post). Un mio amico mi aveva chiesto di aiutarlo a creare un suo blog (poi realizzato su Libero e presto abbandonato).