Note Outlook e OneNote: il solito casino Microsoft

Ultimamente pensando ai prodotti Microsoft mi viene da pensare a Cimabue: una ne fa e ne sbaglia due! Giudizio sicuramente troppo severo visto che nel complesso Windows 10 non mi sembra niente male come pure i servizi online di outlook.com,  Microsoft Office rimane sempre il punto di riferimento per suite da ufficio ma ultimamente c'è sempre qualcosa che mi fa "incazzare"!
Per ora rimango comunque un fedele utente Windows e Office per quanto riguarda PC e notebook, ma vi faccio una panoramica parziale delle cose che, diciamo, non mi sono affatto piaciute.

A partire dall'introduzione di Windows 8 allorché Microsoft si è scordata che la maggior parte dei suoi utenti avevano un PC con tanto di mouse e tastiere e non un tablet o uno schermo touch screen!

Di recente ho avuto più riscontri che la migrazione a Windows 10 dalle versioni precedente non è sempre indolore e spesso qualche driver poi lo si deve aggiornare manualmente ....

Perché poi il "Trasferimento dati Windows" è stato dismesso in Windows 10 per passare ad una applicazione studiata insieme a Lap Link,  "PCmover Express", completamente diversa e non compatibile, oltre che gratuita solo per un tempo limitato?

Perché se vado ad aprire Sky Go in Microsoft Edge scopro che invece devo usare Microsft Explorer, che nemmeno sapevo ci fosse ancora in Windows 10?

Veniamo ora all'oggetto di questo articolo: esportare (non dico sincronizzare) le note contenute in Outlook (in particolare Outlook 2013) in OneNote.

Utilizzo le note di Outlook da tanto tempo e le trovavo molto comode. Ho deciso di passare al più recente prodotto dedicato, OneNote, che ha molte più funzionalità e soprattutto sfrutta il cloud per sincronizzare note e appunti su vari dispositivi.

Quello che mi fa imbestialire è che non c'è un modo semplice per migrare le note da Outlook a OneNote! Avrei fatto sicuramente prima con il copia incolla a fare la "migrazione manuale" ma ho preferito seguire questa guida, in inglese, peraltro fatta molto bene, che passa attraverso la configurazione del servizio me@onenote.com che una volta configurato aggiunge una nota attraverso la ricezione di una email. Poi si configura un'apposita macro per spedire una ad una automaticamente tutte le note e ritrovarsele dopo un po' in OneNote.

Ovviamente non tutto è andato liscio, vi risparmio la maggior parte dei problemi, ne cito uno solo:
io ho due account in Outlook, ma uno solo è configurato per OneNote. L'altro non potevo aggiungerlo perché collegato ad un altro profilo Microsoft.
Quindi ho impostato come default un account hotmail che utilizzo come account Microsoft principale, ma Outlook continua a spedirmi le mail con l'altro account.
Dopo aver impiegato altro tempo a cercare una soluzione alla fine sono riuscito a far funzionare il tutto e mi sono ritrovato le mie note (meno due per problemi di connessione immagino) su OneNote.

Nello stesso tempo con il copia incolla delle singole note  avrei migrato più del doppio delle note che avevo oltre a farne magari al contempo una cernita (molte sono obsolete).

Cara Microsoft, ma che ti costava preparare una piccola utility per esportare le note di Outlook su OneNote? Vuoi dismettere la caratteristica di un prodotto? Dai agli utenti la possibilità di migrare i propri contenuti in maniera semplice! Senza dover ricorre a procedure complicate o ad applicazioni di terze parti!! Non fare come Cimabue!!!

Commenti

Articoli collegati