Beppe Grillo: una cena per gli attivisti migliori.

Vi racconterò la soggettiva di come ho appreso e vissuto (si fa per dire) dell'iniziativa di Beppe Grillo "Diventa Attivista 5 Stelle". Devo premettere che benché condivida alcune delle idee del M5S non condivido il modo di fare politica di Grillo.
Ho sentito dell'iniziativa ad Agorà, di un meccanismo a punti che avrebbe premiato i primi classificati, ossia i più attivi.
Ho per un attimo pensato di aderire per guadagnare qualcosa (e probabilmente alla fine la mia coscienza mi avrebbe impedito di aderire, se mai avessero accettato la candidatura di un attivista virtuale), ma quando ho saputo che il premio era una cena a casa di Beppe Grillo non c'è più stato bisogno dell'intervento della mia coscienza.
Un vero genio genovese! Il tipo di premio fa già una netta selezione e ti costa solo una cena!
Nel contempo più che degli attivisti si cercano dei proseliti, dei seguaci, dei follower come quelli di Joe Carrol (spero meno sanguinari).
Però a pensarci bene non è per niente cattiva l'idea di Beppe (lo chiamo per nome visto che in questo paragrafo mi sento emotivamente più vicino): meglio una cena con amici che ti ammirano o una riunione con un seguito di avidi prezzolati?
E al di là del tentativo umoristico (non so quanto riuscito) mi sono convinto che quella della cena è un'idea valida: un premio, uno stimolo simbolico per chi si impegna in una causa, che s'impegna perché condivide la causa e non per il premio stesso.

Rimane un interrogativo da risolvere: li inviterà a cena  tutti insieme? uno per volta? o a gruppi di quanti?

Diventa Attivista 5 Stelle su beppegrillo.it

Commenti

Articoli collegati