Formula 1 2014: Calendario e palinsesto TV RAI in chiaro

Come noto, in virtù dell'accordo siglato la FOM (Formula One Management),  Sky detiene, per l'Italia, tutti di diritti di trasmissione per il triennio 2013-2015. L'accordo, anche in ottemperanza alla delibera 8/99 dell'AGCOM (Lista degli eventi di particolare rilevanza per la società da trasmettere su canali televisivi liberamente accessibili) prevede anche che un canale televisivo nazionale trasmetta in chiaro 9 Gran Premi in diretta e gli altri in differita.
Da qualche settimana è stato ufficializzato il rinnovo dell'accordo fra la RAI e Sky sulla trasmissione in chiaro di alcuni gran premi del campionato di Formula 1 2014 sulla farsa riga di quello dello scorso anno.

L’azienda di Viale Mazzini trasmetterà  in diretta 9 gran premi e gli altri 10 in differita di almeno tre ore.
Il primo gran prrmio ad essere trasmesso in diretta sarà il terzo della stagione, il GP del Bahrein previsto per il 6 aprile alle ore 17:00.
Gli altri gran premi che verranno trasmessi in diretta dalla RAI sono quelli di Cina, Canada, Austria, Ungheria, Italia, Singapore, USA e l'ultimo GP, quello di Abu Dhabi.

Anche quest'anno la RAI ha dovuto rinunciare a molti gran premi europei ed in particolare a Montecarlo,
ma trasmetterà il Gran Premio d'Italia sulla pista di Monza ed anche il gran premio conclusivo ad Abu Dhabi.
In occasione delle dirette la RAI (dovrebbe) trasmettere live anche le prove e le qualifiche.

Fra i circuiti che ospiteranno i 19 gran premi in programma una delle novità è costituita dal Gran Premio di Russia che si disputerà, dal 10 al 12 ottobre, sul circuito di Sochi (Soči), nei pressi dell'omonima località sul Mar Nero ai piedi del Caucaso, diventata famosa per essere stata sede delle recenti Olimpiadi Invernali

L'altra novità è il ritorno del Gran Premio d'Austria che non si disputava dal 2003. Sarà disputato dal 20 al 22 giugno sul circuito di Spielberg, rinominato Red Bull Ring e già noto come Österreichring e A-1 Ring.

Non si disputeranno nel 2014 il Gran Premio d'India e quello della Corea del Sud

Commenti