La cometa ISON si è disintegrata?

Ison - Ottobre 2013 - Nasa
Continua l'altalena di notizie relativa alla cometa ISON dopo il suo passaggio al perielio (il punto dell'orbita più vicino al Sole): prima data per spacciata, poi forse sopravvissuta, le ultime notizie la danno ridotta in frammenti
ISON è  (o forse è meglio dire era) una cometa non periodica scoperta il 21 settembre 2012 dal bielorusso Vitali Nevski e dal russo Artyom Novichonok.
Questa cometa, proviene dalla nube di Oort, una gigantesca sfera piena di corpi ghiacciati che circonda il sistema solare,  una vera e propria fabbrica di comete. Ci si aspettava potesse essere, la prima cometa ben visibile a occhio nudo dall'emisfero boreale dal 1997, quando la Hale-Bopp offrì un magnifico spettacolo nei cieli serali di inizio primavera.
Ha raggiunto il punto di massima vicinanza al Sole il 28 novembre scorso ad una distanza di 1,2 milioni di chilometri e il 26 dicembre sarebbe dovuta transitare nel punto più vicino alla Terra a 64 milioni di chilometri. Alcuni astronomi avevano affermato che avrebbe potuto essere luminosa quasi quanto la luna (vedi).
La cometa, come molti temevano, si è pero quasi disintegrata passando troppo vicino al sole: sono probabilmente rimasti dei detriti privi di un nucleo centrale.
Bisognerà aspettare alcuni giorni per poter osservare cosa è rimasto della cometa.
I detriti della cometa Ison potrebbero interessare la Terra a cavallo di Capodanno, secondo quanto dichiarato dal portavoce dell'Osservatorio di Pulkovo Sergey Smirnov.  Anche secondo la NASA la cometa ISON avrebbe rilasciato uno sciame di micro meteoriti , elettricamente carichi, che colpendo la Terra potrebbero produrre luminescenze notturne.

Altre fonti / link:
http://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/bye-bye-cometa-ison--si-dissolve-anche-cio--che-restava-63885
http://soho.nascom.nasa.gov/
http://it.wikipedia.org/wiki/Cometa_ISON

Commenti

Articoli collegati