Windows 8: fiasco o successo?

Continuo a leggere in questi giorni notizie contrastanti sul successo o sul fiasco del nuovo sistema operativo Microsoft.

Ci sono due tipi prevalenti di notizie:

da un lato si sottolinea il calo a due cifre nelle vendite di PC negli Stati Uniti, -21% in novembre 2012 rispetto al novembre 2011 nonostante l'uscita del nuovo sistema operativo del colosso di Richmond
dall'altro lato si sono tutti gli articoli basati sull'annuncio ufficiale dato dalla Microsoft sul blog di Windows:
As we pass the one month anniversary of the general availability of Windows 8, we are pleased to announce that to-date Microsoft has sold 40 million Windows 8 licenses.
ossia sono state vendute 40 milioni di copie nel primo mese di vita di Windows 8, la cui versione finale è stata resa disponibile al pubblico il 26 ottobre 2012 (sono compresi tutti i tipi di licenze e gli aggiornamenti online, come le licenze OEM per i grandi produttori di PC, ).
Microsoft non ha diffuso altri informazioni sulla distribuzione dei tipi di licenze se non quella già nota relativa ai 4 milioni di aggiornamenti online nei primi tre giorni di vita del nuovo sistema operativo.

Windows 7 aveva venduto 60 milioni di copie nei primi due mesi di vita, dal 22 ottobre 2009 fino a fine anno, quindi Windows 8 potrebbe superare quello che era stato un grande successo commerciale.

Ma se guardiamo l'andamento del titolo Microsoft in borsa negli  ultimi sei mesi, confrontandolo con l'andamento del Nasdac (l'indice dei principali titoli tecnologici della borsa americana) si evidenzia che l'andamento del titolo non ha tratto grande beneficio dall'arrivo di Windows 8.
Anche se un analisi più approfondita sarebbe sicuramente molto più complessa della semplice considerazione che ho fatto.
Magari l'introduzione del nuovo sistema operativo è servita a limitare i danni derivanti dalle preferenze di un mercato in cui i tablet vengono sempre più spesso preferiti ai notebook.

da w3counter.com - Novembre 2012
L'indice di penetrazione nel mercato di Windows 8 potrà a breve essere testimoniato dalle diffusione delle  statistiche di accesso ai vari portali. Perlomeno stando alla ricerca Google le statistiche più affidabili sono quelle fornite dal sito w3schools.com che al momento sono aggiornate ad ottobre 2012.
Stessa data di aggiornamento per le statistiche su Wikipedia. Aggiornate a novembre 2012 le statistiche nella foto a fianco provenienti dal sito w3counter.com.
Il sito statcounter.com ci fornisce una stima del parziale flop di Windows 8:
The firm's research arm StatCounter Global Stats finds that by 26th November 2012 Windows 8 had worldwide internet usage share of 1.31% compared to 4.93% achieved by Windows 7 one month after its launch in 2009.
In the US Windows 8 took 1.77% of internet usage one month after launch compared to 5.21% for Windows 7 following its introduction.
Di seguito riporto le statistiche provenienti da Google Analytics e relative a questo blog, nel periodo 14/11 - 14/12/2012. Benché sia un campione molto limitato, relativo a poco più di 6000 visite riporta una diffusione dell'utilizzo di Windows 8 comparabile con quella di cui sopra: i sistemi con OS Windows rappresentano circa il 70% del totale, e fra questi, immagine più piccola, Windows 8 rappresenta 1,9% del totale contro il 58% di Windows 7 ed  il 27% di XP. Fra i visitatori di questo blog, quelli che usano Windows 8 sono stati, nell'ultimo mese, circa 1,3% 

 

Se allora di flop si tratta, ma i dati in arrivo nelle prossime settimane e mesi potrebbero smentire questa affermazione, vorrei esprimere in proposito il mio punto di vista, il punto di vista di chi in ambiente Windows ci lavora da molti anni

Una dei problemi del parziale insuccesso di Windows 8 sono le buone performance del suo predecessore Windows 7. Il sistema operativo Microsoft Vista aveva già abituato gli utenti alla nuova interfaccia, per altro non troppo diversa da quella di XP. Ma vista portava con se molti problemi che hanno aperto la porta al suo successore.

Nel momento dell'uscita di Windows 7 il mercato dei tablet e degli smartphone non era ancora esploso in tutta la sua forza. Da questo punto di vista probabilmente la Microsoft si è mossa in colpevole ritardo, ma sicuramente Windows 8 si trova ad affrontare una battaglia più difficile rispetto al suo predecessore.

Inoltre molti di quelli che stanno usando Windows 7 su di un PC o un notebook non hanno molti motivi per passare a Windows 8, se non per curiosità.
Per chi si avvicina la prima volta ad un computer l'interfaccia Metro è sicuramente più accattivamene  ma per chi da anni utilizza una tastiera ed un mouse con Windows Explorer, il passaggio a Windows 8 può rappresentare un inutile sforzo di adattamento alle nuove caratteristiche.

L'interfaccia Metro non è certo l'unica novità introdotta dalla Microsoft ma è sicuramente quella più evidente e che può a mio avviso scoraggiare una parte dell'utenza Windows ad aggiornare il proprio sistema operativo. Io avrei preferito che la nuova interfaccia utente fosse stata proposta come optional in fase di installazione o upgrade.

Fonti/Link:
Windows 8 non convince: negli Usa e in Europa crollano le vendite dei pc
Windows 8 – 40 Million Licenses Sold
Microsoft has sold 40 million Windows 8 licenses so far
Microsoft: We've sold 40 million Windows 8 licenses to date
http://it.finance.yahoo.com/
http://gs.statcounter.com
http://www.w3counter.com
http://www.w3schools.com

Commenti

Articoli collegati