mercoledì 28 giugno 2017

Incidente Vettel - Hamilton a Baku - La telemetria da torto al pilota Ferrari che viene sanzionato!

Domenica scorsa a Baku è successo qualcosa che difficilmente mi sarei aspettato di vedere: Sebastian Vettel che perde il controllo dei propri nervi e fa un brutto fallo di reazione nei confronti del pilota inglese Lewis Hamilton:
Il pilota Mercedes è completamente innocente come hanno sostenuto Nicky Lauda e la direzione gara o è stato soprattutto molto furbo?

Riepilogo brevemente quanto è successo nel Gran Premio dell'Azerbaijan sul circuito cittadino di Baku, uno dei più soggetti all'ingresso della Safety Car.

La gara è stata vinta da Ricciardo davanti a Bottas (che incredibilmente ad un certo era doppiato) e al giovane talento della Williams Lance Stroll, diciottenne, giunto terzo.
Quarto è arrivato Vettel e quinto Hamilton ad una incollatura.


Hamilton conduceva la gara davanti a Vettel, ma entrambi si sono dovuti fermare, Hamilton al giro 31 per sostituire la protezione per la testa ed il collo che per alcuni giri ha tenuto ferma con una mano per non farla volare via, mentre al pilota tedesco della Ferrari è stata inflitto una penalità Stop & Go  con stop di 10 secondi, scontata al giro 34, e solo per una manciata di decimi Vettel rientra in pista mantenendo la posizione rispetto al pilota Mercedes, ma entrambi hanno dovuto rinunciare al podio.

Nel corso del giro 19, la safety car sta per uscire e prima della ripartenza Hamilton rallenta, sembra quasi frenare e Vettel non riesce a frenare in tempo tamponando il rivale.
Il pilota tedesco perde il controllo perché sul momento gli sembra che Hamilton lo abbia fatto apposta lo affianca e gli da una "sportellata" gomma anteriore contro gomma anteriore, non troppo forte da provocare danni alle vetture comunque molto evidente e plateale.

Sebastian Vettel & Lewis Hamilton Collision! - Azerbaijan GP - Baku 2017

La prima impressione dei commentatori e del sottoscritto, probabilmente influenzati dal tifo per la Ferrari, è quella di ritenere giustificabile il comportamento di Vettel provocato da una mossa molto scorretta o che comunque entrambi i piloti andavano sanzionati.
Le vetture di entrambi sono danneggiate ma continuano a mantenere la testa senza problemi anche perché la corsa viene arrestata con l'esposizione della bandiera rossa per permettere la rimozione dei troppi detriti presenti in pista.

La corsa riprende con Hamilton davanti a Vettel, poi entrambi i piloti sono costretti ad una sosta come già detto. che determinerà la composizione del podio, del tutto imprevedibile alla vigilia.

Se in diretta e nei commenti a caldo si era anche ipotizzato che la Ferrari di Vettel fosse andata addosso per errore ad Hamilton mentre il pilota della Rossa inveiva, la FIA ha potuto stabilire visionando le immagini della telecamera che registra i movimenti della testa che Vettel aveva la mano destra sul volante quando ha colpito la Mercedes e che quindi lo ha fatto volontariamente, per cui al pilota Ferrari sono stati comminati altri tre punti di penalità sulla patente, per un totale di nove.
La telemetria ha inoltre stabilito che il rallentamento di Hamilton non era anomalo.
Un rallentamento da circa 80 km/h a 49 km/h /(in una zona di accelerazione) abbastanza normale in fase di ripartenza della safety car.

Tutti i piloti che sono in testa quando la safety car riparte cercano di compattare il gruppo per evitare che qualcuno alle sue spalle oltre che della scia possa usufruire di una sorta di partenza lanciata, ma Hamilton è sicuramente uno dei piloti che accentua maggiormente il rallentamento prima della partenza.Sicuramente Hamilton non ha cercato di essere tamponato, non aveva senso rischiare il danneggiamento della propria monoposto, anche se l'ala anteriore è sicuramente più vulnerabile in caso di urto, ma voleva prendere in contropiede Vettel rallentando un po' più del necessario per costringerlo a frenare, Vettel che cercava di stare il più vicino possibile prima della ripartenza ha abboccato fin troppo tamponando addirittura il rivale.

Quello che è successo dopo non è giustificabile per un professionista pluricampione del mondo ma forse potrebbe essere comprensibile dal lato umano se si è sentito vittima di un trucchetto di bassa lega.


Vettel ha al momento totalizzato 9 punti di penalità. Raggiunti i 12 punti di penalità scatta la squalifica per il GP successivo. Fortunatamente per Vettel i punti di penalità hanno durata annuale e già dal prossimo Gran Premio d'Austria gli verranno tolti i due punti che gli erano stati comminati lo scorso anno per il sorpasso su Felipe Massa.
Concludere con le parole di Jacques Villeneuve che si è schierato dalla parte di Vettel:

"[...] Hamilton ha frenato di proposito. Sono un pilota, mi sono ritrovato in quel genere di situazioni. Se qualcuno l'avesse fatto a me, mi sarei comportato esattamente come Vettel. Non penso che volesse colpirlo di proposito. Aveva una sola mano sul volante, lo stava guardando e gli puntava il dito contro. Non si cercano incidenti in quel mondo, con le ruote girate e una sola mano sul volante: quando vuoi colpire qualcuno, lo fai con due mani sul volante, altrimenti rischi di rompere tutto! [...] Quello che ha fatto Vettel non è stato carino né sportivo, ma bello da vedere...".<

Queste le prime posizioni della classifica piloti
Sebastian Vettel 153, Lewis Hamilton 139, Valtteri Bottas 111, Daniel Ricciardo 92
Kimi Räikkönen 73, Max Verstappen 45, Sergio Perez 44

Nella classifica costruttori guida la Mercedes con 250 punti, davanti alla Ferrari (226), Red Bull (137), Force India (79)
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

2 commenti:

  1. La Fia si pronuncerà lunedì 3 luglio sull'incidente di domenica scorsa in Azerbaigian e Vettel rischia di veder sanzionato con maggior rigore il suo "fallo di reazione"

    RispondiElimina
  2. Vettel si è scusato e la FIA non ha inasprito le sanzioni sportive ....

    RispondiElimina

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.