Pubblicità Unicredit con Apple Pay e musica valzer

Da alcune settimane sono in onda in tv e sul web la nuova campagna Unicredit che pubblicizza Apple Pay. Due gli spot per la TV, da 15'' e 30'', uno da 15'' per il web.
Unicredit è stata la prima banca in Italia a permettere il pagamento tramite Apple Pay con le proprie carte di debito.

Nello spot vediamo un bambino che mano nella mano con il proprio babbo camminata estasiato fra le vetrine di un grande centro commerciale. In sottofondo si ascolta un valzer che ci accompagna durante lo spot.

Il bambino assiste attraverso le vetrine di alcuni negozi al "magico" pagamento tramite Apple Pay contraddistinto da un sonoro "pting" che si intona con la musica in sottofondo scandendone anche il ritmo. E' prorpio questo pting a rendere riconoscibilissima la pubblicità Unicredit con Apple Pay, anche se si guarda o ascolta distrattamente la televisione.

Dopo aver assistito ad alcuni acquisti, ed una commessa gli fa anche l'occhiolino, tocca al bambino partecipare alla magia di un acquisto tramite Apple Pay per pagare le coppe gelato che hanno appena mangiato.

Mentre il babbo avvicina il suo iPhone al POS contactless del bar, tenendo il dito appoggiato sul Touch Id, il bambino fa un rito magico con le mani, ed  il solito bing ci comunica l'avvenuta transazione.

Non sono riuscito a trovare molte informazioni su questa campagna Unicredit, nemmeno il nome dell'agenzia pubblicitaria.
Il sottofondo musicale è palesemente un valzer ma non so se si tratta di una melodia composta ad hoc o del ri-arrangiamento di un più o meno noto valzer.

Spot UniCredit con Apple Pay – 30’’ TV


Trascrizione


Speaker: Dai un tocco magico ai tuoi acquisti con Apple Pay. Diventa cliente Unicredit, apri il conto My Genius a canone zero e richiedi le carte gratis.

Apple Pay è disponibile su Apple Watch, iPhone, iPad e Mac. Per conoscere tutto sul funzionamento di Apple Pay & Unicredit potete consultare i seguenti link esterni:



Commenti

Post popolari in questo blog

Pubblicità Ferrero Rocher con le città italiane: Napoli, Roma, Firenze, Venezia.