Conferme da un fisico russo del test di Lugano sull'Hot Cat di Andrea Rossi

Riporto la traduzione della prima parte di un articolo pubblicato oggi su E-Cat World.

Il fisico russo Alexander G. Parkhomov della People’s Friendship University di Mosca ha pubblicato un rapporto (in russo), il 25 dicembre, in cui descrive il test di un dispositivo costruito sul modello del Hot-Cat dell'ing. Andrea Rossi, costruito in base a quanto descritto nel secondo test indipendente dell'e-Cat (Lugano E-Cat test report) e afferma di aver stabilito che la sua replica può produrre più energia di quanta ne consuma, con un COP massimo di 2,58 (il COP, coefficient of performance, è il rapporto fra l'energia prodotta e l'energia utilizzata/fornita)
Il documento pubblicato sembra essere un serio rapporto relativo al tentativo di creare un dispositivo analogo all'Hot Cat. [...] Un documento che potrebbe rivelarsi fondamentale nella verifica la validità del Hot Cat di Andrea Rossi. 

Da una rapida ricerca, sembra che Alexander Parkhomov sia un ricercatore ben pubblicato nel campo della fisica
Leggi il resto dell'articolo su E-Cat World

L'autore dell'articolo esamina poi in dettaglio il contenuto del rapporto del fisico russo basandosi per ora sulla traduzione di Google dal russo all'inglese.

Volevo solo aggiungere che le difficoltà nella replica del funzionamento dell'e-Cat sono aumentate dal fatto che Andrea Rossi non ha mai rivelato nel dettaglio, la precisa composizione della miscela di Nichel e Idrogeno utilizzato, a cui va aggiunto un "catalizzatore segreto" che non è mai stato rivelato per proteggere il segreto industriale.

Commenti