Basta sparare su Maradona e Sorrentino

La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino,  ha vinto l'Oscar 2014 al miglior film straniero ed il registra italiano ha ringraziato dal palco Martin Scorsese, Federico Fellini e anche Diego Armando Maradona.
Questa citazione del fuoriclasse argentino ha generato molte polemiche che a me sembrano del tutto superflue.
Diego Armando Maradona è stato un grande, sublime, forse persino divino calciatore:  un autentico fuoriclasse che continua a vivere nel cuore dei tifosi  di tutto il mondo, in particolare del Napoli e dell'Argentina; ed è questo anche il Maradona a cui fa riferimento Sorrentino. 
Nessuno, penso, possa contestare la grandezza del pibe de oro come calciatore.

Il regista ha successivamente definito il "calciatore" Maradona come il più grande facitore di spettacolo, il più grande uomo di spettacolo che sia mai apparso.

Il Maradona uomo, travolto forse dal successo calcistico e economico, non è mai stato un esempio di moderazione: donne, alcool, eccessi e droga non sono mai mancati nella sua vita. Sicuramente ricco di altre quali umane non è in generale un esempio da citare.

Anche il suo rapporto con il fisco non è niente di speciale: è solo uno dei tanti evasori  (o presunti tali) che magari nemmeno pensa di essere dalla parte del torto.

Esecrabile il sue gesto dell'ombrello rivolto a Equitalia ed in generale al fisco italiano, mentre era ospite di Fabio Fazio nella trasmissione Che tempo che fa,  ma questo rientra nel suo essere umano.

Se si dice Maradona s'intende il calciatore, quando si parla d'altro bisogna specificare!

Commenti

Articoli collegati