Paolo Liguori : fatti e misfatti:

Parafrasando il titolo della sua rubrica voglio parlare dei fatti e misfatti di Paolo Liguori.

Oggi 19 dicembre Paolo Liguori ha cominciato la sua rubrica Fatti e Misfatti, sul canale TGCom24,  parlando della clamorosa evasione del serial killer Bartolomeo Gagliano. Sottolineando il comportamento inqualificabile sia del magistrato che ha concesso un permesso premio ad un detenuto pluriomicida e che già altre volte era scappato approfittando dei permessi ricevuti sia del direttore del carcere che adduce come scusante il fatto di non sapere fosse un serial killer!
Questo increscioso episodio è stato condannato, stigmatizzato da tutti e non poteva essere altrimenti. Pienamente d'accordo con quanto sostenuto dal giornalista di Mediaset nel suo servizio. Niente da dire anche sugli ospiti, due centristi, di cui uno un indipendente del PD e l'altro del gruppo misto.

Ma perché paragonare un episodio increscioso e gravissimo con altri due fatti la cui interpretazione non ritengo sia banale e se non soggettiva, sicuramente non univoca fra i vari schieramenti in parlamento:

  • la mancata concessione del permesso di espatrio a Silvio Berlusconi invitato a Bruxelles al Consiglio europeo dal Partito popolare europeo (PPE)
  • la vicenda legata alle telefonate del ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri ad Antonino Ligresti e del conseguente interessamento presso il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria per la tutela della salute della figlia Giulia Maria, anoressica.
Quando si dice fare di tutta l'erba un fascio!

Il tutto per buttare fango sulla magistratura e sulla sinistra che ne avrebbe il controllo, secondo la linea Berlusconi.

Commenti

Articoli collegati