Berlusconi festeggia il compleanno sfasciando il governo.

Oggi, 29 settembre, Silvio Berlusconi, compie 77 anni. E li celebra sfasciando il governo Letta e le grandi intese. Mai come questa volta non ci sono punti di contatto fra le verità di Berlusconi e quelle del centro sinistra. Il paese è spaccato in due, io spero sia solo uno spicchio, seppur consistente quello che vede le cose dal punto di vista del PDL. Io non vedo toghe rosse ma magistrati onesti forse esasperati dall'impossibilità di far applicare la legge nei confronti di chi, con tutti i mezzi, ha sempre cercato di sottrarsi alla giustizia.
Non che questo governo mi piacesse più di tanto, e ho trovato ridicolo l'ultimo vano tentativo di rinviare l'aumento dell'IVA aumentando le accise sulla benzina. Un governo bloccato dalle assurde pretese del PDL prima sull'IMU e poi nella difesa ad oltranza del loro leader.
Guardo spesso le reti Mediaset e ho notato nell'ultimo periodo una netta ascesa dei servizi chiaramente di parte, delle infinite dichiarazioni di Bruneta, Ghedini, Berlusconi senza nessun contraddittorio.
Anche io sono di parte, l'altra, e forse vedo tutto deformato, ma  nel PDL mi sembra di rivedere la fattoria degli animali, dove le povere bestie (non ci sono falchi, colombem civette?) per ribellarsi all'uomo finiscono sotto il comando degli spietati maiali sempre più simili agli odiati umani.
Insomma sono stati chiamati in campo per combattere la sinistra ma poi non hanno fatto altro che difendere gli interessi di Berlusconi fino ad esserne succubi.

Silvio si poteva fare invece un bellissimo regalo: dare le dimissioni per poi fare il martire. Secondo me rischiava fortemente di vincere le prossime elezioni con questa strategia.
Ma è stato tradito dall'orgoglio, da un eccesso di tracotanza e spero che anche i suoi ex elettori, se si andrà al voto, si rendano conto che anche per il centro destra è ora di andare oltre Berlusconi.

Senza contare il fatto che in tal caso potrebbero avere la soddisfazione di vedere Travaglio e Santoro disoccupati!
Immagine da http://fany-blog.blogspot.it/2011/10/note-di-portos-2-ottobre-2011.html

Commenti

Articoli collegati