Si possono influenzare i sogni?

C'è chi sogna di acquistare l'ultima versione dell'iPhone e chi, invece sogna grazie all'iPhone, e sceglie pure cosa sognare!
E' quanto promette l'App  Dream:ON (by YUZA)


Promesse non mantenute, almeno a leggere le recensioni (degli Italiani) su iTunes: gli unici giudizi positivi sono relativi all'originalità dell'idea, nessuno che abbia provato con successo questa applicazione se non come semplice sveglia!



Ponendo lo smartphone accanto al cuscino quando si va a letto, l'applicazione dovrebbe essere in grado di capire quando inizia la fase Rem, per poi svegliarci al momento più opportuno per ricordare il sogno, che si  può poi trascrivere su di una sorta di diario e volendo condividere la nostra esperienza su Facebook e Twitter. Inoltre i dati raccolti, relativi ai movimenti registrati durante il sonno, confluiscono in maniera anonima, in una banca dati centralizzata.

Questa applicazione è collegata ad un esperimento scientifico condotto da uno psicologo inglese, Richard Wiseman dell'Università dell'Hertfordshire, sulla possibilità di influenzare i sogni.


Dream:On è gratuito e comprende due SoundScape (paesaggi sonori) che dovrebbero  indirizzare il sogno in una certa direzione. Altri SoundScape si possono acquistare  e sembra che ne vengano aggiunti continuamente di nuovi. I due preinstallati si chiamano "Into The City" e "Paceful Garden".
Ma se il secondo promette una notte tranquilla sognando uccellini cinguettanti, il primo, "Into The City" (The hustle and bustle of life in the fast lane. Fortune and success await those who can keep up!)  fa temere stressanti incubi.


Maggiori dettagli li potete trovare su questo articolo del Corriere.it: Scegli i tuoi sogni con un'app o anche sulla pagina iTunes dell'applicazione ( http://itunes.apple.com/gb/app/dream-on/id504521920)

Io ho scaricato Dream:ON e mi accingo a provarlo, ma a parte tutti i commenti negativi che ho letto, c'è un grosso problema: Io non dormo da solo! Grafici intrecciati?  Liti coniugali in vista?

15/04 prime prove


 

Il primo problema è dove mettere l'iPhone: non sempre c'è spazio a fianco del cuscino!
Il secondo problema è quello di non dormire da soli, quindi i movimenti registrati sono influenzati da quelli del partner
Il terzo punto è l'orario a cui mettere la sveglia, bisogna essere addormentati profondamente altrimenti si viene svegliati dal  SoundScape  e non dalla sveglia successiva: ma se sono io ad impostare l'orario della sveglia (e il  SoundScape  parte qualche decina di minuti prima) come fa a coincidere con la fase giusta del sonno?
Quarto punto: ma avranno previsto che ci si può alzare la notte per andare in bagno?

Forse se avete vent'anni e dormite da soli avete maggiori probabilità che il sistema funzioni!

Commenti

Articoli collegati