sabato 25 gennaio 2014

Le migliori difese di sempre della Serie A

Il Cagliari nel 1969-1970 subì
soltanto 16 goal in 30 incontri
Uno dei  punti di forza della Roma di Garcia è sicuramente la difesa. E al di là di considerazioni tecniche sul modulo adottato, sul portiere De Sanctis e su quanto centrocampo e attacco supportino gli uomini schierati in difesa, a parlare sono i numeri:
Nelle prime venti giornate di campionato la Roma ha subito solo 10 goal realizzandone 42. In 13 incontri su 20 De Sanctis è rimasto imbattuto. Se si escludono le partite esterne con Juventus e Milan, la Roma ha subito solo 5 reti in 18 partite. La forza della Roma è soprattutto nelle partite casalinghe: in 11 incontri all'Olimpico ha subito solo due goal.
Per sfortuna della squadra capitolina, la sua grandiosa annata coincide con quella di una Juventus a dir poco eccezionale che sta tenendo un ritmo incredibile, e che al momento ha otto punti di vantaggio sui giallorossi.
In casa la Juventus ha si subito 6 goal in 10 incontri, ma li ha vinti tutti contro i due pareggi e nove vittorie della Roma. Fuori casa sia i giallorossi che i bianconeri hanno incassato 8 goal, entrambe hanno perso un solo incontro, ma la squadra di Conte ha vinto 8 incontri su 10 contro i 5 su 9 della Roma.
Ma almeno sul piano della miglior difesa la Roma conduce nettamente con 10 goal subiti in 20 partite contro i 14 incassati dalla Juventus.

Vediamo ora quali sono state le squadre con la miglior difesa nella storia della Serie A.

Ci sono alcuni fattori di cui però bisogna tener conto per fare un confronto:
Innanzi tutto il numero di squadre che partecipano al torneo e conseguentemente il numero di partite disputate: la cosa migliore è considerare la media di goal subiti per partita.
Al momento la Roma ha una media di 0,5.

Ci sono almeno altri due fattori importanti di cui tener conto e che influiscono sul modo di difendere e di giocare. Con Blatter presidente della FIFA a partire dal 1° luglio 1992 fu vietata la possibilità, da parte del portiere, di prendere la palla con le mani su retropassaggio dei suoi compagni di squadra. Due anni dopo, in occasione del Campionato Mondiale di Calcio USA 1994, ci fu l'introduzione dei tre punti per la vittoria (invece di due come in precedenza).

Entrambe queste norme hanno penalizzato la fase difensiva a favore di quella offensiva.

Fatte queste considerazioni, la migliore difesa di sempre risulta quella del Cagliari, che allenato da Manlio Scopigno e con Enrico Albertosi fra i pali, vinse il  campionato 1969-1970 subendo incassando 11 goal in 30 partite con una media di 0,367 goal subiti per partita!.
Nel campionato precedente, sempre a 16 squadre, il Milan allenato da Nereo Rocco subì soltanto dodici reti al passivo ma si piazzò solo terzo dopo Fiorentina e Cagliari. Delusione più che addolcita dalla vittoria in Coppa dei Campioni.
Solitamente la squadra con la miglior difesa è risultata essere anche quella scudettata, ma soprattutto negli anni '70 ci sono stati diversi casi in cui la miglior difesa non si è abbinata con la vittoria finale.
Nella stagione 1993-1994, dopo l'introduzione della regola del divieto di retropassaggio al portiere ma prima dei tre punti per la vittoria, il Milan di Berlusconi e Galliani, allenato da Fabio Capello e con Franco Baresi capitano, conquistò l'accoppiata Scudetto e Coppa dei Campioni. In quel campionato il Milan subì soltanto 15 goal in 34 partite per una  media di 0,441. In qual campionato il portiere rossonero Sebastiano Rossi stabilì il record di imbattibilità per la Serie A, non subendo reti per 929 minuti.
Nessuna squadra in seguito si è avvicinato a queste prestazioni difensive.

Ottima comunque la prestazione della Juventus di Antonio Conte nel campionato 2011-2012, che ha subito 20 goal in 38 partite per una media di 0,526.
Ed è proprio il primato di quella Juve che la squadra di Garcia può concretamente insidiare essendo al momento leggermente in vantaggio con una media di 0,5.


In campo europeo, da segnalare in tempi recenti l'incredibile solidità difensiva del Chelsea nell'edizione 2004-2005 della Premiere League, che con Josè Mourinho in panchina (subentrato ad inizio stagione a Claudio Ranieri) e con Petr Čech in porta, ha subito 15 goal in 38 partite per una media di 0,395. Quell'anno Čech stabisce il nuovo record di 1024 minuti senza subire gol, record poi battuto nel marzo 2009 dall'olandese Edwin van der Sar che con la maglia del Manchester United  è rimasto imbattuto per 1311 minuti.
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.