venerdì 19 dicembre 2008

Ma è vera crisi? (continua)

Nel mio precedente post ho scritto che stampare nuovo denaro senza controvalore potrebbe essere una soluzione.

E ora cerco di spiegarlo. (interpretate con cautele le mie parole perché non essendo un economista potrei trascura qualche dettaglio fondamentale, ad ogni modo non credo di sbagliarmi)

La crisi attuale deriva soprattutto dalla perdita di potere d'acquiosto delle classi medio basse, che sono la maggioranza della popolazione e che sono il vero sostegno dell'economia mondiale.

Da molti anni le speculazioni in borsa e gli investimenti sui titoli di stato stanno spostando enormi masse di valuta dalle mani del ceto medio basso alle mani dei ricchi e dei nuovi ricchi.

L'instabilità della borsa dell'ultimo periodo aumenta questo trasferimento di denaro e la classe media si impoverisce sempre di più.

Normalmente la carta moneta viene di solito stampata come controvalore all'emissione di titoli di stato.

Se si emettesse moneta senza emettere un corrispettivo in titoli di stato si svaluterebbe rispetto alle altre valute.

Ma se tutti i principali stati del mondo emettessero valuta dal niente?

Se questi si sostituissero a parte delle tasse e dei contributi provenienti dalle classi meno agiate?

E se nel contempo si bloccassero i prezzi dei beni indespensabili?

Cosa succederebbe? In generale la valuta perderebbe potere d'acquisto rispetto ai beni materiali.

Le riserve di denaro perderebbero valore

In pratica si realizzerebbe un trasferimento di denaro, un esproprio proletario si sarebbe detto in passato, a favore delle classi più povere e del ceto medio, che si ritroverebbero ad avere un minimo di disponibilità per tornare a spendere, per rilanciare quindi l'econnomia.

Alcuni classi di ricchi, quelli che hanno investimenti immobiliari o in beni materiali, verrebbero meno toccati. Gli altri contribuirebbero pesantemente (in proporzione alla percentuale di valuta creata)

Come pure contribuirebbero tutte le banche, e tutti i risparmiatori con ingenti depositi monetari perché tutto il denaro si svaluterebbe.

Non sarebbe una mossa equa ma potrebbe funzionare: è l'unico modo che io vedo per realizzare  un automatico trasferimento di denaro da chi ne ha troppo a chi ne ha troppo poco

Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.