martedì 23 settembre 2008

Paracetamolo: bambini entro un anno a rischio asma


L’aumento globale dell’incidenza dell’asma potrebbe essere legata all’uso del paracetamolo: è quanto pubblica il quotidiano britannico The Independent, citando uno studio apparso sulla rivista scientifica The Lancet.
La ricerca - che ha riguardato 200mila bambini di 31 Paesi diversi - indica infatti che coloro ai quali veniva somministrato regolarmente il farmaco mostravano un rischio di asma tre volte superiore al normale, così come più numerosi erano i casi di eczemi e riniti. [...]

Leggi l'articolo
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/scienza/.....

________________

Alcune informazioni pratiche sul paracetamolo (ed in generale su tutti gli altri farmaci da banco)

Tachipirina, Acetamol, Efferalgan, Sanipirina, Piros, Normaflu, Panadol, Sinegrip, Saridon, Neo-Optalidon, Zerinol, Cebion febbre
sono i prodotti commerciali più comuni che contengono paracetamolo da solo o associato ad altre sostanze
PER EVITARE UNA DOPPIA DOSE OCCHIO AL PRINCIPIO ATTIVO
Uno degli errori più comuni è comprare più farmaci con diversi nomi commerciali, che tuttavia contengono lo stesso principio attivo (da solo, combinato con altri o in dosi differenti). È inutile avere in casa per esempio Moment e Cibalgina, entrambi a base di Ibuprofene.
Pertanto, bisogna imparare a indi viduare quali sono i principi attivi dei farmaci per non collezionare doppioni farmacologici nell'armadietto di casa, ma soprattutto per non assumere contemporaneamente o nel breve tempo due farmaci a base dello stesso principio attivo o della stessa famiglia (per esempio antifiammatori Fans).
Superare la dose consigliata di un principio attivo può dare effetti indesiderati importanti.
Nomi commerciali diversi nascondono spesso stessi principi attivi. Attenti a non fare sovrapposizioni
da:

Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

1 commento:

  1. sono allergica all'acido salicilico, ricordo che alle prime avvisaglie il medico mi ha raccomandato di non prendere più l'Aspirina... al raffreddore successivo, ho preso l'Aspro... con il risultato di finire all'ospedale... ma non potevano dirmi che non avrei dovuto prendere i medicinali che contenessero il famigerato acido salicilico...! contenuto anche in molte conserve alimentari. da quando lo so, guardo bene l'etichetta. ciao da Iv

    RispondiElimina

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.