Le modelle della pubblicità: Penelope Cruz per Schweppes “What did you expect?”

Dopo Nicole Kidman e Uma Thurman tocca ora a Penelope Cruz, perfetta sintesi di glamour hollywoodiano e sensualità latina,  interpretare il terzo capitolo della saga pubblicitaria Schweppes, come sempre imperniata sul motto “What did you expect?”.

La campagna pubblicitaria è curata  dall’agenzia parigina Fred&Farid che dal 2008 collabora con Schweppes. La regia del filmato è di Kathryn Bigelow (Oscar 2010 per il film The Hurt Locker), mentre la direzione della fotografia è affidata all'esperto e talentuoso Sean Bobbitt (noto per aver curato la fotografia di tutti i film del regista britannico Steve McQueen).
La location di questo nuovo episodio è l’Alexandra Palace a Londra, teatro vittoriano che fu il primo luogo di trasmissione della BBC negli anni ‘30.
L'affascinante protagonista avanza sensuale in un party glamour in direzione di una bella bionda con un vestito dorato. Le due donne si scambiano sguardi intensi mentre Penelope la raggiunge presso il banco del bar. I visi delle due donne sono sempre più vicini e le labbre quasi si sfiorano, allorché la Cruz si gira per afferrare una bibita Schweppes e pronunciare lo slogan “What did you expect?”



La colonna sonora del filmato è un brano di musica elettronica composto per Schweppes da due giovani olandesi olandesi, Harm Coolen e Merijn Scholte Albers, noti come Weval.
«Sono onorata di essere la nuova ambasciatrice Schweppes, da sempre una delle mie bevande preferite – ha dicharato Penelope Cruz. – Ero molto eccitata per questa campagna, anche perché mi ha permesso di collaborare con una regista del calibro di Kathryn Bigelow, della quale sono una grande fan!».

Commenti

  1. la ragazza bionda si chiama hermione corfield

    RispondiElimina

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.

Articoli collegati