lunedì 9 marzo 2015

La posta certificata governativa ci saluta con grossa scocciatura finale

Circa quattro anni fa, avevo attivato la casella di posta certificata offerta dal governo per dialogare con i cittadini. Non avevo configurato nessun client di posta ma avevo impostato l'avviso su di una casella di posta normale.

Per quattro anni fa nessuna comunicazione fino a che il 30 dicembre 2014 ricevo una notifica dell'arrivo di un messaggio di posta certificata, notifica che sfortunatamente (o fortunamente?) mi sfugge non notata fra i vari messaggi di spam (era comunque in Posta in arrivo).


Venerdì sei marzo mi arriva un altra comunicazione dal CEC-PAC che mi avvisa di un'altra email certificata. Avviso ripetuto due giorni dopo, 8 marzo.

Vado sul sito www.postacertificata.gov.it/ per visualizzare questa email PEC ma il sito ha dei problemi tecnici e non c'è verso di visualizzare la mia casella di posta.

La cosa mi secca alquanto perché pensavo fosse una comunicazione importante, magari qualche avviso di Equitalia o dell'Agenzia delle Finanze (che tra l'altro non so se usano o meno questo canale per le comunicazioni)

Quindi mi cerco le istruzioni e configuro Outlook per scaricare la posta certificata, per scoprire che il messaggio altro non era un avviso di prossima dismissione del servizio (!!), cosa che per altro avevo già letto sul web mentre cercavo la configurazione come casella POP3.



Di seguito il contenuto di uno dei messaggi ricevuti:

Gentile Utente,


Si avvisa che il servizio di Postacertificat@ (CEC-PAC), dedicato esclusivamente alle comunicazioni tra cittadini e pubblica amministrazione, sarà progressivamente sospeso per far convergere tutte le comunicazioni di posta certificata su sistemi di PEC standard, abitualmente utilizzati nelle comunicazioni tra cittadini, professionisti e imprese.

La sospensione del servizio osserverà la seguente tempistica:

1) dal 18 dicembre 2014 non sono più rilasciate nuove caselle CEC-PAC a cittadini e pubbliche amministrazioni, ivi incluse le caselle per le quali la richiesta di attivazione online è stata presentata in data antecedente, ma per le quali non si è ancora proceduto all'attivazione presso gli uffici postali;

2) dal 18 marzo 2015 al 17 luglio 2015 le caselle saranno mantenute attive solo in modalità di ricezione e sarà consentito agli utenti l'accesso alle stesse solo ai fini della consultazione e del salvataggio dei messaggi ricevuti;

3) dal 18 luglio 2015 le caselle non saranno più abilitate alla ricezione di messaggi e l'accesso alle stesse sarà consentito, sino al 17 settembre 2015, solo ai fini della consultazione e del salvataggio dei messaggi ricevuti; dal 18 settembre sarà definitivamente inibito l'accesso alla propria casella;

4) dal 18 settembre 2015 al 17 marzo 2018, sarà garantita agli utenti del servizio CEC-PAC la possibilità di richiedere l'accesso ai log dei propri messaggi di posta elettronica certificata.


Dal 13 marzo 2015 e fino al 18 settembre 2015, tutti gli utenti CEC-PAC potranno richiedere una casella PEC gratuita per un anno. Tale casella sarà resa disponibile da uno dei tre seguenti Gestori PEC:

* Aruba PEC S.p.A.
* Infocert S.p.A.
* Postecom S.p.A.

La richiesta va fatta direttamente a uno dei tre precedenti Gestori.


Dal 13 marzo 2015 dall'indirizzo http://www.agid.gov.it/manif-interesse-fornitura , gli utenti CEC-PAC interessati potranno raggiungere i siti dei tre Gestori sia per conoscere le caratteristiche del servizio offerto sia per poter effettuare la richiesta.


Di seguito alcune semplici istruzioni per agevolare il salvataggio delle comunicazioni presenti sulla sua casella di Posta certificata CEC-PAC:


* Salvataggio delle email configurando un client di posta

Configurare un client di posta secondo le modalità illustrate nella Guida completa sul portale www.postacertificata.gov.it. alla voce Servizi -> Servizi Base -> Come configurare il client di posta Outlook 2010/Come configurare il client di posta Thunderbird

Una volta configurato il client e scaricate le email, queste devono essere salvate in una cartella creata sul proprio PC. Il salvataggio sulla cartella locale può essere fatta in modalità drag-and-drop (per trascinamento della email nella cartella creata sul PC) oppure con il classico copia-incolla


* Salvataggio delle email attraverso il fascicolo

Qualora si desideri salvare le email direttamente dal portale www.postacertificata.gov.it è necessario che queste vengano prima spostate in una cartella creata ad hoc nel fascicolo e poi scaricare la cartella creata sul proprio PC

Procedere in questo modo:
1 accedere al portale www.postacertificata.gov.it
2 autenticarsi con le proprie credenziali
3 cliccare su Casella PostaCertificat@
4 cliccare su Fascicolo
5 cliccare su Crea cartella fascicolo
6 assegnare un nome alla cartella dove verranno spostati i messaggi (es: BackupPostainArrivo). Il nome della cartella non può contenere spazi, underscore e punteggiatura
7 cliccare su "Aggiungi" e poi su "Torna al Fascicolo". Nel fascicolo si visualizzerà la casella creata.
8 cliccare su Posta in Arrivo
9 selezionare una email per volta apponendo una spunta nel check-box alla voce Seleziona.
10 cliccare su "Salva mail in fascicolo". L'operazione deve essere fatta per ogni singola email, non è possibile selezionare tutte le email e spostarle contemporaneamente tutte nel fascicolo.
11 cliccare sul nome della cartella creata nel fascicolo e poi cliccare su "Salva messaggi". Procedere come illustrato per ogni singola email
12 Terminato il salvataggio delle email nella cartella creata nel fascicolo, cliccare su "Fascicolo"
13 selezionare il check-box relativo alla casella creata per il salvataggio delle email
14 cliccare su "Scarica". Si aprirà il box del Sistema Operativo dove dovrà essere selezionata la posizione sul PC dove salvare la cartella che stiamo scaricando. La cartella verrà scaricata in formato .zip. All'interno della cartella salvata sul PC si troveranno i messaggi email.

Se è necessario salvare email presenti in altre cartelle, ad esempio Posta Inviata, procedere come dal punto 5. in poi.



Il concessionario del servizio Postacertificat@


Ma visto che su questa casella non mi avevano mai scritto e che era configurato un indirizzo a cui segnalare l'arrivo di nuovi messaggi PEC non potevano semplicemente inviarmi una email normale su tale indirizzo, visto che il contenuto della data comunicazione non aveva niente di riservato? Certo, la cessazione del servizio è una cosa importante ... soprattutto se non è mai servito a niente!! Tra la complicata attivazione iniziale con una o più visite ad un ufficio delle Poste Italiane e le peripezie finali, ci ho rimesso diverse ore di tempo! L'unica consolazione è che ho trovato un argomento di cui scrivere!! Ma se me lo leggeranno in quattro gatti, come probabile, anche questa consolazione sarà magra magra!!
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

3 commenti:

  1. Buongiorno, a me la mail di avviso di sospensione della casella di posta pec arriva ormai una volta al mese da dicembre 2014...e l'ultima proprio stamattina!!!
    Posso fare una domanda visto che io ci capisco ben poco?!
    La mail ad un certo punto utilizza testuali parole:

    Dal 13 marzo 2015 e fino al 18 settembre 2015, tutti gli utenti CEC-PAC potranno richiedere una casella PEC gratuita per un anno. Tale casella sarà resa disponibile da uno dei tre seguenti Gestori PEC:

    * Aruba PEC S.p.A.
    * Infocert S.p.A.
    * Postecom S.p.A.

    Ho provato ad accedere dunque ad Aruba per ottenere gratuitamente una nuova casella di posta ma c'è solo possibilità di acquistarla PAGANDO......!
    Come dobbiamo muoverci quindi???!!
    Grazie in anticipo per eventuali risposte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Nenè, io non mi sono più interessato all'argomento dopo aver scritto questo post. La casella gratuita PEC di Aruba si può comunque richiedere sul sito www.pecgratuita.it

      Elimina
    2. Grazie per il suggerimento!
      Ciao

      Elimina

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.