sabato 25 febbraio 2017

Pubblicità acqua Uliveto con Del Piero e uccellino pappagallo

Del Piero è testimonial dell'acqua Uliveto da ben 14 anni, dal febbraio 2013, sempre in compagnia dell'inseparabile uccellino. Intanto vorrei ricordare Ricordo che Uliveto insieme a Acqua Rocchetta e Brio Blu sono marchi della stessa azienda, la CoGeDi. International SpA
In particolare Rocchetta e Uliveto sono accumunate dalla dicitura, anche in etichetta, "Acqua della Salute" e a volte oggetto di campagne pubblicitarie comuni.

Rocchetta, abituale sponsor ufficiale di Miss Italia, ha sempre scelto (a mia memoria) testimonial al femminile: ricordo le ultime tre, Cristina Chamotto, Laura Chiatti e, dal gennaio 2017, Elena Santerelli.
Alessandro Del Piero e l'uccellino sono sempre stati i testimonial di Uliveto, attualmente sponsor delle federazioni nazionali di nuoto e pallavolo, e spesso. in passato, li abbiamo visti anche insieme alle belle protagoniste delle campagne di Acqua Rocchetta.

Prima di parlare dell'ultimo spot, in cui l'uccellino diventa parlante ed fa il verso a Del Piero come fosse un pappagallo, volevo spendere due parole sulla specie dell'uccellino: si tratta di una Passera Mattugia (o Passero Mattugio o anche Passer Montanus), uccello piuttosto comune ma meno diffuso e leggermente più piccolo del Passero Comune.dal quale si distingue facilmente per la presenza di una macchia nera sulla guancia.

Nello spot Del Piero si presenta nel ruolo di chef intento a preparare un piatto di spaghetti. E da buon testimonial ci illustra tutti i pregi dell'Acqua Uliveto e dei suoi benefici effetti sulla digestione.
A fargli la spalla il solito uccellino, che questa volta ha la lingua un po' lunga e fa l'eco alle parole dette Dal Piero, come un pappagallo.

La cosa infastidisce l'ex calciatore che ad un certo punto gli chiede in modo un  po' brusco:
Fammi capire sei diventato un pappagallo, ora?, al che il passero si scusa ma dopo un po' quando del Piero annuncia "È pronto!" l'uccellino ripete le sue parole.
A questo punto Del Piero lo minaccia, scherzando, con la frase Domani compro un gatto ...
Da notare che il ruolo di pappagallo assegnato al passerotto e la frase finale con il gatto hanno provocato le ire di alcune associazioni animaliste,
A mio modesto avviso si tratta di polemiche del tutto inutili, in quanto. nell'ambito della finzione scenica, il passerotto non fa affatto la parte dello stupido pappagallo in quanto a me sembra evidente un certo intento canzonatorio, per cui l'uccellino non fa a parte la parte dell'animale stupido ma piuttosto quella di un bambino birichino.
Per quanto riguarda la frase con il gatto è evidente che Del Piero sta minacciando in maniera scherzosa il suo uccellino, non c'è nessuna violenza ed è anche, volendo, una sorta di citazione dei cartoon con Titti e il Gatto Silvestro

Spot tv Acqua Uliveto con Alessandro del Piero e l'uccellino:


Trascrizione:

Del Piero: Quando parliamo di digestione
Uccellino: digestione
Del Piero: Parliamo di Uliveto
Uccellino: Parliamo di Uliveto
Del Piero: Perché Uliveto con i suoi preziosi minerali
Uccellino: preziosi minerali

Del Piero: Fammi capire, sei diventato un pappagallo, ora?
Uccellino: Scusa!
Del Piero: Perché Uliveto con i suoi preziosi minerali ci aiuta a digerire, così possiamo metterci a tavola leggeri ed in forma.
Del Piero: È pronto!
Uccellino: È pronto!
Del Piero: Domani compro un gatto ...
Voce fuori campo femminile: Con Uliveto, acqua della salute, digerisci meglio e vivi in forma 
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.