lunedì 26 giugno 2017

Rossi vince ad Assen e riapre la corsa al decimo mondiale. Bene le Ducati. Cade Vinales.

Aggiungi didascalia
Valentino Rossi vince. anzi trionfa ad Assen, Gran Premio d'Olanda, uno dei più belli ed emozionanti della stagione, con gli ultimi 7 giri di gara da cardiopalma.
Zarco parte dalla prima posizione con gomma morbida e nella prima parte della gara fa valere la sua scelta, conducendo per i primi giri, seguito da Marquez che non riesce ad attaccarlo, Rossi e Petrucci.

I primi quattro riescono a staccare di qualche secondo il resto del gruppo, capeggiato fine a metà gara dalla Ducati Pramac di Scott Redding. Nel corso del decimo giro Rossi riesce prima a superare Marquez e poi nel giro successivo si porta in testa superando anche Zarco. Nel tentativo di replicare il francese della Monster Yamaha Tech 3 azzarda troppo e si tocca con Valentino. Nessuno dei due cade ma Zarco ha la peggio venendo scavalcato anche da Marquez.


Importante svolta per il campionato mondiale nel corso del giro 12: Maverick Viñales cade e si ritira.
Giro 15, mentre Rossi davanti riesce a mettere qualche decimo di distacco fra se e gli avversari, Petrucci supera Marquez, diventando il principale avversario di Rossi per la vittoria.
Nel frattempo Dovizioso è riuscito a raggiungere il gruppo dei quattro battistrada.

Nel corso del giro 18 comincia a cadere la pioggia. Valentino rallenta leggermente e Petrucci gli si fa sotto. Anche Dovizioso va molto forte e si batte con Marquez prima e Petrucci poi per la seconda posizione.

Ma quando si comincia a parlare della possibile terza vittoria consecutiva del pilota Ducati c'è il ritorno di Petrucci che sorpassa anche Valentino prendendo la testa della gara.

Rossi rinuncia alla prudenza e forte della fiducia che gli da il nuovo telaio Yamaha ripassa Petrucci, che però gli rimane in scia, pronto a ripassarlo prima del traguardo, ma un malinteso con un doppiato, a cui sembra non siano state esposte le bandiere blu per tempo, rallenta leggermente il pilota Ducati e Valentino vince per solo sei centesimi.

Dietro i primi due, sparito Zarco che tenta senza fortuna la carta del cambio moto, è Cal Crutchlow a inserirsi nel gruppo dei primi e a battagliare con Dovizioso e Marquez per l'ultimo gradino del podio.
L'italiano sembra il più prudente, e forse un po' si accontenta di conquistare la testa della classifica, e alla fine è lo spagnolo a conquistare il terzo posto, davanti a all'inglese e all'italiano della Ducati ufficiale.


Classifica piloti:
Dovizioso 115, Viñales 111, Rossi 108, Marquez 104
Rientra quinti in gioco per il titolo anche il "Dottore" che aveva compremesso molte delle sue chance con la caduta nel GP di Francia sulla pista di Le mans

Con tutta probabilità saranno quini questi quattro i centauri, forse fino all'ultima gara, a giocarsi il titolo mondiale. Per i bookmaker il favorito rimane Viñales (quotato a circa 2.7) seguito in ordine inverso di quota da Marquez (3.2), Rossi (3.3) e Dovizioso (5.4).


Statistiche Valentino Rossi

Il campionato 2017 è la sedicesima stagione in MotoGP per Valentino Rossi, la 22-esima nel motomondiale.  La sua prima gara nel mondiale 125 risale al 31 marzo 1996, quando sul circuito Shah Alam (chiuso nel 2003), nello stato di Selangor, in Malesia. si classifico sesto.
Dieci gare dopo arriva la prima vittoria, il 18 agosto sul circuito di Brno in Repubblica Ceca.

Da allora sono trascorsi quasi 21 anni e la vittoria ad Assen è la numero 115 nel Motomondiale e la n. 89 nella top class (MotoGP/500) che permette a Rossi di stabilire altri due record di longevità:


A 38 anni e 128 giorni batte Troy Bayliss (37 anni e 213 giorni allorché vinse Gp di Valencia nel 2006, a bordo della Ducati.) come vincitore meno giovane da quando esiste la MotoGP e batte Nello Pagani (37 anni e 328 giorni quando a Monza vinse il GP delle Nazioni del 1949 della classe 500 con una Gilera. ) come vincitore italiano meno giovane di sempre nella top class.

Per Rossi si tratta della decima vittoria ad Assen, 10 come a Barcellona, le sue piste favorite.
Era più di un anno che il pilota di Tavullia non vinceva un gran premio: la sua ultima vittoria proprio sulla pista di Barcellona, GP di Catalogna del 5 giugno 2016. Venti anni fa, il 28 giugno 1997, la sua prima vittoria ad Assen, nel GP d'Olanda.
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.