domenica 30 ottobre 2016

MotoGP: Dovizioso vince in Malesia davanti a Rossi, ancora secondo - Marquez cade

Dopo sette anni. e la tanta sfortuna che lo ha perseguitato in questa stagione, Andrea Dovizioso ritorna alla vittoria, proprio sulla pista di Sepang, in Malesia, dove nel 2008, aveva conquistato il suo primo podio in MotoGP con la Honda.
Si tratta della sua seconda vittoria nella massima categoria dopo quelle di Donnington, nel Gran Premio di Gran Bretagna del 2009,  sempre alla guida di una Honda, la prima quindi con la Ducati.

La vittoria di Dovizioso è la seconda della Ducati in questo campionato, dopo quella di Iannone in Austria, gara in cui aveva preceduto proprio il compagno di team.
Nel palmares di Dovizioso in MotoGP ora ci sono 34 podi con 2 vittorie e 14 secondi posti.

Partenza ritardata di alcuni minuti per permettere che la pista si asciugasse un po'. Si parte con le gomme da bagnato con Dovizioso e le due Yamaha in prima fila, seguita in seconda da Marquez, Crutchlow e Iannone.

Bagarre nel primo giro, che vede transitare primo Rossi, davanti alle Ducati,
Dal secondo giro è Iannone a prendere la testa seguito da Rossi e Dovizioso per una decina di giri.
Rossi riesce più volte a sopravanzare Iannone ma viene regolarmente ripassato in rettilineo.

Dietro i tre piloti italiani,  battaglia fra Marquez e Crutchlow che riesce ad avere al meglio e ad un certo punto arriva vicinissimo ai primi tre.
Nel frattempo Lorenzo non entra mai nel vivo della corsa.
Al decimo giro è Rossi a prendere la testa della corsa.
Sono poi le cadute a decidere in parte l'esito della gara, dopo Bradl, fra il giro 11 ed il giro 12 cadono Crutchlow, Iannone e Marquez, che a differanza degli altri due riesce a ripartire terminando undicesimo.

In testa alla corsa, Dovizioso segue Valentino per alcuni giri, poi, nel corso del giro 14 (quando ne mancano meno poco più di cinque alla fine) supera Rossi e lo distacca, mantenendo qualche secondo di vantaggio su Vale fino al traguardo. Al terzo posto si piazza Lorenzo, a cui la prudenza e le cadute portano un ottimo terzo posto. Di Dovizioso, partito in pole, anche il giro più veloce, il N*12.

Il secondo posto permette a Rossi di ottenere la matematica certezza del secondo posto, mentre Marquez conquista qualche punto di cui ha bisogno la Honda per il mondiale costruttori, orfana dell'infortunato Pedrosa. Ricordo che Marquez aveva già ottenuto matematicamente il titolo due gare prima, in Giappone.

A una gara dal termine rimane infatti ancora aperta la classifica per i team con la Yamaha che con 444 punti scavalca Honda a quota 234 punti. Per il terzo posto recupera punti Ducati a 258 punti contro i 276 della Suzuki.Per quanto riguarda la classifica piloti, Lorenzo, terzo, ha 17 punti di vantaggio su Vignales, mentre per il quinto posto ora Dovizioso ha 7 punti di vantaggio su Pedrosa (ancora in dubbio la sua partecipazione nell'ultimo GP a Valencia) e 22 su Crutchlow

Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.