martedì 17 maggio 2016

Max Verstappen il più giovane di sempre in Formula 1: la storia di un predestinato

Con la vittoria nel Gran Premio di Spagna, sul circuito di Catalogna a Barcellona, il diciottenne pilota belga-olandese Max Verstappen strappa nettamente a Sebastian Vettel il record del più giovane pilota a vincere un gran premio di Formula 1.
Favorito dalla repentina uscita di pista delle Mercedes di Rosberg e Hamilton e dalla strategia della Red Bull che per impedire l'undercut (il sorpasso ai box) da parte di Vettel ha fatto fermare forse troppo presto Ricciardo favorendo quindi il suo giovanissimo compagno di team.
Max Verstappen è stato bravissimo nel condurre la gara con grande freddezza e senza errori non concedendo nessuna chance al veterano Raikkonen che lo seguiva.


Max Emilian Verstappen è un pilota automobilistico nato a Hasselt in Belgio 30 settembre 1997 che corre con una licenza olandese, benché risieda a Bree in Belgio e abbia un passaporto belga.

Figlio dell'ex pilota  Jos Verstappen, olandese, compagno di scuderia di Michael Schumacher alla Benetton nel 1994, e di  Sophie Kumpen, belga, pilota di kart e con altri parenti piloti professionisti,

A 3 anni già guidava il quad nel giardino di casa, a 4 anni sale sul primo kart, a 8 anni  inizia a fare le prime gare e a vincere ripetutamente. Fra il 2006 ed il 2009 vince vari campionati di kart nelle categorie fino a 12 anni. Dal 2010 inzia a correre anche a livello internazionale vincendo vari titoli a livello europeo e mondiale. Nel 2013 vince, a soli 15 anni, il WZ World Championship, nella categoria principale, la K1.
Nell'ottobre dello stesso anno la sua prima gara su di una auto da corsa, nella formula Renault, sul circuito di Pembrey in Galles.
Nel 2014 il suo debutto nel Campionato Europeo FIA di Formula 3 per il team  Van Amersfoort, Racing, vincendo dieci gare su 33 e terminando terzo la stagione.
 Il 3 ottobre 2014, all'età di 17 anni e 3 giorni, ha esordito in un fine settimana di Formula 1 nelle prove del venerdì del Gran Premio del Giappone, a Suzuka,  diventando il più giovane di sempre ad aver guidato guidato una vettura di Formula 1

Nella stagione 2015 è uno dei due piloti della Toro Rosso e il 15 marzo 2015 debutta nel Gran Premio di Australia all'età di 17 anni e 166 giorni stabilendo il record di pilota più giovane alla partenza di una gara di Formula 1.

Forse proprio per le vicende legate al giovanissimo pilota della Toro Rosso, a gennaio 2015 la FIA innalza a 18 anni il limite minimo di età per ottenere la Superlicenza FIA (necessaria per guidare in un Gran Premio di Formula 1) a partire dalla stagione 2016

Nel successivo Gran Premio della Malesia, svoltosi il 29 marzo 2015, ha terminato la gara in settima posizione,  risultando il pilota più giovane ad aver fatto segnare punti in Formula 1.
Conclude la stagione 2015 ottenendo un totale di 49 punti e la 12a posizione in classifica generale, con due quarti posti come miglior piazzamento.

Nella stagione 2016 non va oltre il sesto posto nelle prime quattro gare, dimostrando comunque le sue grandi potenzialità ed una grande aggressività in pista ma senza eccedere o commettere errori.
L'interesse di Ferrari e Mercedes verso il giovanissimo pilota  spinge la Red Bull ad anticipare la promozione in prima squadra: il 5 maggio viene comunicato che nel successivo Gran Premio di Spagna sarà Max Verstappen  ad affiancare Daniel Ricciardo, con Danil Kvyat che ritorna alla Toro Rosso.
Il 14 maggio, in qualifica, il giovane pilota olandese dimostra di essere già perfettamente a suo agio alla guida della Red Bull, conquistando il quarto posto in griglia alle spalle delle due Mercedes e del compagno di team Ricciardo. La posizione conquistata in griglia risulterà decisiva il giorno successivo il gare per restare davanti alle Ferrari e trarre il massimo possibili, alla prima gara con la nuova scuderia, per approfittare dell'assenza delle pressoché imbattibili Mercedes.

Leggi la seconda parte dell'articolo con il dettaglio dei record di precocità di Max Verstappen



Leggi la seconda parte dell'articolo con il dettaglio dei record di precocità di Max Verstappen

Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.