martedì 3 novembre 2015

Marco Berry Onlus - "Magic for Children": una onlus che non specula!

"Anche i blogger fanno le faccende ma non sono faccendieri", potrebbe essere il titolo di un prossimo articolo, ma per ora mi serve ad introdurre che mi trovavo in cucina a rigovernare, quando su LA7, ospite del programma Tagadà, il programma pomeridiano condotto da Tiziana Panella, viene intervistato Marco Berry,
giornalista e conduttore televisivo, inviato delle Iene nonché illusionista (ma questo non lo ricordavo senza la provvida Wikipedia), che parla della sua onlus Marco Berry Onlus - "Magic for Children".
La cosa non mi stupisce in modo particolare visto che l'ho quasi sempre visto occuparsi di temi sociali. Ma mi hanno colpito le sue parole quando dice che si è comprato di tasca sua anche il biglietto per recarsi alla trasmissione.
Sul sito marcoberryonlus.org sono pubblicati i bilanci e c'è una pagina dedicata che descrive i dettagli economici e dove sono andate le somme raccolte. Vengono inoltre pubblicati gli estratti conti bancari, con i soli nomi dei donatori nascosti. Una bella prova di trasparenza.
Dai bilanci 2012 e 2013 si evince che circa il 60% dei fondi raccolti è effettivamente stato impiegato per scopi istituzionali quali Mohamed Aden Sheikh – Children Teaching Hospital (ospedale pediatrico nel Somaliland) e il progetto Doctor Magic che tramite la "magia" fornisce una cura non-farmacologica nelle sale di medicazione degli ospedali pediatrici (l'illusionismo viene utilizzato per distrarre i piccoli pazienti che uno studio dimostra che in tal modo provano effettivamente meno dolore).
Da uno servizio di Oggi di un paio di anni fa risulta che per onlus e ONG in media il 70%-80% finisce in spese di struttura.
Quindi la onlus di Marco Berry distribuisce più del doppio della media delle altre istituzioni.
I modi di raccogliere fondi sono vari, come Galà di Magia, gare di golf divertenti, staffette originali, aste, partecipazione a eventi cittadini e regionali.
Ad esempio a settembre ha organizzato a Torino un evento da Guinnes dei Primati, una partita a calciobalilla con un biliardino lungo 121 metri e 424 giocatori fra i quali calciatori del Toro, Vip e comuni cittadini.

Visitate il sito marcoberryonlus.org per maggiori informazioni e per scoprire come contribuire ad un loro progetto.
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.