giovedì 15 ottobre 2015

Spot ibrido Toyota ispirato a 2001 Odissea nello spazio con musica Sul bel Danubio Blu

Semplicemente geniale lo spot di ottobre 2015 con cui Toyota pubblicizza i suoi veicoli ibridi, tecnologia nella quale la casa giapponese è leader indiscusso, quantomeno nei numeri, con oltre milioni di autovetture ibridi vendute nel mondo.


Lo spot ci porta in un futuro prossimo in cui le tecnologie più avanzate dominano la vita di una coppia. La giornata inizia con in sottofondo le note della colonna sonora di "2001: Odissea nello spazio", in particolare la parte in cui viene suonato Sul bel Danubio Blu di Johann Strauss Jr.
Il letto si solleva per dare la sveglia e l'ologramma di una bella signora ci informa sulle condizioni meteo. Una bilancia mostra il peso in 3D e altre informazioni

Tutto in casa dal bagno alla cucina ha comandi digitali e un aspetto ultramoderno, come pure i grattacieli in cui la coppia vive.
L'abbigliamento invece non sembra dei più moderni e arrivati in garage lui e costretto ad avviare la sua macchina d'epoca con una manovella.
Il motore parte con uno scoppio e tanto fumo e i due entrano nel traffico cittadino dove vediamo solo vecchie auto di inizio '900.

Una voce maschile fuori campo dice:
Nessun mondo sarà veramente evoluto finché la tecnologia dell'auto sarà quella di una volta.
Una seconda voce maschile dice:
Passa a all'ibrido Toyota: oltre 8 milioni di persone lo hanno già scelto
Per poi passare alla promozione di ottobre 2015.
A ottobre operazione "ibrido per tutti", con Pay Per Drive Yaris Hybrid è tua a 13.900 Euro. Vieni a provarla con il test drive della verità.
E’ tempo di passare all’ibrido - Toyota Italia:


La colonna sonora di "2001: Odissea bello Spazio" (2001: A Space Odyssey), iconico film di fantascienza, capolavoro di Stanley Kubrick,  è una delle più famose nella storia del cinema. Utilizza celebri brani di musica classica fra cui "Sul bel Danubio blu" (sottofondo musicale dello spot Toyota in oggetto) del compositore austriaco Johann Strauss Jr, probabilmente il valzer più conosciuto al mondo.
Del compositore tedesco Richard Strauss il tema principale, "Così parlò Zarathustra".
Ci sono poi brani del compositore ungherese  György Ligeti (morto nel 2006) e dell'armeno Aram Kachaturian (morto nel 1978)



Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.