mercoledì 7 ottobre 2015

Il rospo non è il maschio della rana

rana-rospo-raganella
Il rospo non è il maschio della rana o se preferite la rana non è la femmina del rospo.
Volevo scrivere qualcosa di sconvolgente e penso di esserci riuscito.
Quanti di voi non dormiranno dopo essersi resi conto di quanto erano ignoranti? (Io sono diverse notti che non dormo!)
E se non siete abbastanza sconvolti sappiate che le raganelle non sono le nipotine di rane e rospi!
Rana verde o rana comune o rana esculenta
Se vi può consolare però, rane, rospi e raganelle appartengono allo stesso ordine, quello degli Anuri (senza coda), che con gli Apodi (senza piedi) e i Caudati (con la coda) formano la classe degli Anfibi.
Gli anuri comprendono 54 famiglie, fra le quali i Bufonidi (i rospi), gli Ilidi (le raganelle) e i Ranidi (le rane). Le specie italiane appartengono tutte al genere Rana ma vengono comunemente chiamate rane anche diverse specie non appartenenti alla famiglia dei Ranidi.

Femmina di rospo comune (Bufo bufo)
Anche se alcuni tipi di rane potrebbero essere facilmente scambiati per rospi ad uno sguardo inesperto, in generale si distinguono abbastanza bene. Le principali differenze fra rane e rospi sono le seguenti:

  • Il rospo ha la pelle rugosa ed è più tozzo, mentre la maggior parte delle specie di rane hanno la pelle liscia e sono più slanciate.
  • Le zampe posteriori del rospo sono più corte e tozze di quella della rana, molto più adatte a saltare e a nuotare.
  • Il rospo è solitamente molto più grande della rana (almeno per quanto riguarda le specie nostrane) ed è la femmina del rospo ad essere più grande del maschio.
  • La rana vive di solito in acqua e non si allontana mai molto da essa, mentre il rospo preferisce i luoghi asciutti ma nel periodo della riproduzione ha bisogno dell'acqua in cui deporre le uova:
    vi sarà forse capitato di passare in strade frequentemente attraversate dai rossi di cui molti vengono schiacciati dalle automobili di passaggio.
  • Le rane hanno una lingua lunga e appiccicosa con cui catturano gli insetti, un rospo deve invece afferrare la preda con la bocca.
  • La rana è più timida o prudente se preferite e tende a scappare molto di più del "cugino" rospo.
  • Il rospo si gonfia per sembrare più grande. Il rospo inoltre secerne, attraverso due ghiandole sopra gli occhi, la bufalina, una sostanza tossica che rende molto spiacevole il "gusto" del rospo. La bufalina o bufotossina può risultare molto irritante a contatto con zone delicate come gli occhi.
  • Il rospo non è commestibile, mentre esistono invece numerose specie di rana commestibili come pure alcune specie, che vivono soprattutto nei climi tropicali, la cui pelle è ricoperta di sostanze letali.

Raganella (Hyla arborea)
L'aspetto delle raganelle, specie arboricola, è simile a quello delle rane, ma sono dotate di un solo sacco vocale sotto la gola e di ventose sulle dita delle zampe che permettono loro di arrampicarsi su alberi, arbusti e foglie.
PS: la "rana pescatrice" o "coda di rospo" è un pesce!

Le immagini utilizzate vengono da Wikipedia
https://it.wikipedia.org/wiki/Pelophylax_esculentus#/media/File:Teichfrosch.jpg
https://it.wikipedia.org/wiki/Hyla_arborea#/media/File:Hyla_arborea01.jpg
https://de.wikipedia.org/wiki/Erdkr%C3%B6te#/media/File:Bufo_bufo_sitting-Iric2006.jpg
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.