mercoledì 3 luglio 2013

Milioni, miliardi e trilioni di errori nelle notizie

La Lira, l'Euro e la lingua inglese complottano non solo contro annunciatori e giornalisti, ma anche contro il più modesto dei blogger!
Capita spesso di leggere o di ascoltare notizie in cui vengono riportate cifre sbagliate di alcuni ordini di grandezza, spesso tre, ossia di mille volte. I milioni diventano miliardi e viceversa, per non parlare di bilioni e trilioni.

Fretta, incuria e ignoranza contribuiscono spesso a generare errori derivanti da false friends della lingua inglese e dal cambio con la Lira, soprattutto per serie storiche.

A parte che i miliardari di una volta sono semplici milionari, ma che i milionari di ora sono comunque comparabili ai milionari dei primi anni '40 - la canzone Mille lire al mese era cantata nel 1939 da Gilberto  Mazzi).
Affidabile per centinaia di anni il reale controvalore del dollaro è diminuito dalle 10 alle 20 volte (a seconda del metodo di calcolo - a seconda se si usi come riferimento il Prodotto interno lordo o l'indice dei prezzi al consumo ) negli ultimi 100 anni, quindi molto meno della lira. Un multi milionario in dollari è sempre un vero milionario anche se meno ricco di un tempo.
Sebbene il dollaro sia stato quindi molto più stabile della lira il vero problema nasce dalla traduzione dall'inglese moderno o dall'americano: Nei paesi di lingua anglosassone il termine billion corrisponde 10^9 (10 elevato alla nona ossia 1 seguito da nove zeri), cifra che corrisponde al nostro miliardo!
Un bilione corrisponde a 1000 miliardi (10^12).

I paesi europei non anglosassoni e molti altri paesi nel mondo che parlano una delle tradizionali lingue europee non anglofone, con l'eccezione di Albania, Bulgaria, Grecia, Romania e Brasile, adottano la cosiddetta Scala lunga  contrapposta alla Scala corta.

Vediamone la definizione da Wikipedia:

La scala lunga (dal francese échelle longue) è un sistema di denominazione numerica in cui ogni termine è 1.000.000 di volte più grande del precedente: un bilione corrisponde ad un milione di milioni , un trilione ad un milione di bilioni , e così via, andando perciò, con gli esponenti, di 6 in 6.

La scala corta (dal francese échelle courte) è un sistema di denominazione numerica in cui ogni termine è 1.000 volte più grande del precedente: un bilione corrisponde a mille milioni, un trilione a mille bilioni, e così via, andando perciò, con gli esponenti, di 3 in 3.

Allora succede che in italiano un miliardo corrisponde a mille milioni ma gli americani lo chiamano billion. Anche il traduttore di Google si è adeguato e traduce l'inglese billion con l'italiano miliardo (e viceversa), ma purtroppo traduce l'inglese trilion con l'italiano trilione e non bilione come sarebbe corretto se vogliamo rispettare l'equivalenza quantitativa piuttosto che l'assonanza dei termini.

Genera ancora maggior confusione il fatto che lo stesso paese ha adottato un diverso tipo di scala nel corso degli anni:
[da Wikipedia] L'Italia, assieme alla Francia, fu uno dei Paesi europei che si convertì dalla scala lunga a quella corta durante il 19° secolo, ma tornò alla scala lunga nel 20° secolo. Nel 1994 il Governo italiano confermò l'adozione della scala lunga.

Per chi volesse approfondire l'argomento consiglio l'artico in inglese citato nelle fondi (la corrispondente pagina in Italiano, anch'essa citata, e di cui ho riportato alcuni passi, è molto più sintetica)

Fonti / Link
http://stats.areppim.com/calc_page.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_lunga_e_scala_corta
http://en.wikipedia.org/wiki/Long_and_short_scales#Long_scale_countries_and_languages
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.