martedì 7 maggio 2013

Andreotti è morto, il Golem vive!

Si è spento ieri (6 maggio 2013) a Roma  all'età di 94 anni, il senatore a vita Giulio Andreotti. L'ex leader della Democrazia Cristiana, 7 volte presidente del consiglio, 22 volte ministro, è stato sicuramente uno principali, se non il primo protagonista della vita politica e sociale italiana dal dopo guerra ad oggi. Il suo nome è stato spesso accostato alla mafia, per 26 volte c'è stata una richiesta di azione penale archiviata però dall'Inquirente.
Ha subito due processi: per alcune imputazioni è intervenuta la prescrizione, per altri è stato assolto. Io ho sempre pensato che quantomeno non fosse innocente e non credo che dopo la sua morte verrà fuori un qualche fantomatico diario.
Devo ammettere che sono di parte e che quindi la parola Democrazia Cristiana mi fa venire in mente due parole: raccomandazione e clientelismo il vero cancro che ha minato alle fondamenta la nostra società.
Letta e Alfano,  Premier e Vice Premier, sono cresciuti fra i giovani democristiani e mi trovo a dover sperare che facciano bene.
Non credo però che Andreotti sia stato una specie di genio del male, al massimo del compromesso.
Diverse centinaia di giornalisti professionisti e decine di migliaia di blogger avranno già scritto della vita e delle opere di Andreotti e molti probabilmente lo stanno facendo in questo momento, come me. E tutti o quasi riporteranno il celebre aforisma di Andreotti: Il potere logora chi non ce l'ha.
Ma io ho ho qualcosa di unico da presentare: fra i miei articoli si può trovare una statua di Andreotti pronta per essere inaugurata: il mio Golem!

Lo scorso anno, era aprile, feci un tentativo di vignetta, un post umoristico sulla "grande novità" di Alfano,
(e non ho mai capito cosa fosse) ipotizzando addirittura un ritorno di Andreotti, rappresentato da un busto coperto da un velo, pronto per l'inaugurazione.
Nel successivo articolo, la mia vignetta diventò un potente Golem dal potere nefasto:
Poco dopo la sua pubblicazione Andreotti si era ammalato, dato addirittura per morto da Wikipedia, e il PDL aveva subito un pesante tracollo elettorale.
Poi il Golem è finito, suo malgrado, nel dimenticatoio, ho quasi avuto paura di usarlo di nuovo una volta scoperti i suoi poteri. E la sua assenza si è concretizzata nell'incredibile rimonta elettorale del PDL e di Berlusconi, dati entrambi per morti.
Ora, alla vigilia delle sentenze sui diritti TV e sul caso Ruby, il golem torna alla luce!


http://sdoppiamocupido.blogspot.it/search/label/Golem

Fonti/link:
https://it.wikipedia.org/wiki/Giulio_Andreotti
http://www.unionesarda.it/articolo/politica/2013/05/06/l_uomo_dei_record_22_volte_ministro-1-313852.html

Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.