giovedì 28 giugno 2012

Firenze: crisi idrica possibile a fine estate

La principale riserva idrica della città di Firenze e del Medio Arno, se non l'unica, è costituita dall'invaso di Bilancino.
Siamo ormai all'inizio dell'estate e, in questo periodo, il suo livello non è mai stato così basso nonostante le piogge superiori alla media di aprile e maggio, che hanno si portato un miglioramento della disastrosa situazione registrata a fine marzo ma non sufficiente a garantire il superamento di una eventuale crisi idrica nella seconda parte della stagione estiva.
La causa è nelle scarse precipitazioni della seconda parte del 2011 e dei primi tre mesi del 2012

Nel 2011 sono caduti un totale i circa 600mm di pioggia, contro gli oltre  900mm della media dei cinque precedenti anni


Mese2012Media 2006-2012
Gennaio26,779,6
Febbraio11,471,1
Marzo11,869,1
Aprile153,873,0
Maggio107,288
Giugno72,855,0
Totali383,7435,8

I dati vengono dalla stazione meteo di Molin del Piano, scelta sulla base della maggiore reperibilità di dati aggiornati. Si può a buona ragione supporre che le precipitazioni sull'area dell'invaso di Bilancino e a monte dello stesso abbiano un andamento simile. Supposizione che trova conferma osservando i dati del SIR Toscana (Servizio Idrogeolico Regionale della Toscana)

Sul sito di Publiacqua c'è una pagina dedicata alla situazione idrica, aggiornata però solo per quanto riguarda il livello del lago di Bilancino e i metri cubi invasati.

da http://www.publiacqua.asp.softecspa.it/monitoraggio-sistemi-acquedottistici/situazione-idrica-diretta

Il 2012 è, dati alla mano, l'anno più siccitoso nella storia recente della nostra regione.
Bilancino
A dirlo sono i nostri corsi d’acqua e le nostre falde, mai così a secco negli ultimi anni. A dirlo è l’invaso di Bilancino che al 19 marzo 2012 invasa poco più di 37 milioni di metri cubi d’acqua, sui potenziali 69, facendo registrare un’altezza sul livello del mare di appena 244,84 metri. Dati impressionanti se si pensa che nello stesso giorno del 2010 e del 2011 Bilancino invasava oltre 69 milioni di metri cubi di acqua e faceva registrare un’altezza sul livello del mare che superava i 252 metri. Dati che sono solo parzialmente migliorati con le prime piogge di aprile. Ecco, comunque, l’ultimo dato disponibile sull’invaso:

Milioni di metri cubi invasati al 21 giugno 2012: 49
Altezza del lago sul livello del mare247 metri 

Ho riportato i dati via via presi dalla pagina di cui sopra nella seguente tabella


Livello invaso Bilancino
Datametri slmmilioni mc invasati
19/03/201125269
19/03/2012244,8437
19/04/201224539
26/04/201224644
02/05/201224645
07/05/201224746
14/05/201224746
22/05/201224748
28/05/201224749
05/06/201224749
11/06/201224749
21/06/201224749
27/06/201224748
02/07/201224748


Si può notare che il volume di acqua invasato ha già cominciato a diminuire in conseguenza delle due settimane circa di mancanza di precipitazioni

Con i dati della tabella sopra ho ottenuto il  seguente grafico


e l'ho utilizzato per completare quello sotto relativamente ai mesi da marzo a giugno 2012

Di solito l'invaso si riempe nel periodo ottobre-febbraio, cosa che invece non è successa fra il 2011 e il 2012. Così, nonostante le piogge di aprile e maggio, mancano almeno 15  (se non quasi 20) milioni di metri cubi d'acqua
rispetto alla norma.
Dal grafico si deduce che negli anni siccitosi, come il 2003, fra luglio ed ottobre, il totale dei metri cubi invasati diminuisce di oltre 25 milioni, mentre in anni migliori, come il 2010, la diminuzione è di poco superiore ai 15 milioni di metri cubi.
Lo scorso anno il livello del lago è sceso come mai aveva fatto prima, scendendo a meno di 245 metri s.l.m. con soli 37 Mmc contenuti. (nel 2010 era sceso di poco sotto i 50 Mmc)


La quota minima di regolazione è di 234.50 m, mentre il volume utile di regolazione è di 62,5 Mmc. Questo significa, se non sbaglio, che 6,5 (69-62,5) Mmc non possono essere usati.


Ipotizzando un consumo di 20 Mmc d'acqua per il periodo luglio-ottobre si arriverebbe a novembre 2012 con solo 30 Mmc di acqua invasati. Quindi quest'anno non ci dovrebbe essere una crisi grave, se non per le attività turistiche (e altre) che trovano il loro sviluppo ottimale solo con un altezza del lago vicina alla capacità    massima.

Nel frattempo sono state prese delle misure per diminuire leggermente il rilascio d'acqua, ma senza incidere sul funzionamento degli acquedotti o sulla sopravvivenza dell'eco-sistema
A fine marzo circa, la Commissione Tutela delle acque ha disposto la riduzione dei rilasci idrici dall'invaso artificiale del Mugello da 6 a 5 metri cubi al secondo. [da ilsitodifirenze.it]
L'Autorità di bacino dell'Arno intanto ha annunciato che interagendo sull'uscita dell'acqua dalla diga di Bilancino (attualmente vengono rilasciati 450 l/sec contro i consueti 600), dal 1 luglio si sperimenterà una riduzione di portata dell'Arno alla sezione di Rosano (a monte della città di Firenze), da 6 m3/sec a 5 m3/sec, una misura precauzionale in vista della possibile crisi idrica di fine estate-autunno, portata che comunque dovrebbe consentire l'afflusso idrico necessario per l'acquedotto dell'Anconella e di Mantignano a Firenze, e il deflusso minimo vitale per il fiume in modo da garantire la vita delle biocenosi che lo abitano.  [da greenreport.it]
Ma se la stagione invernale 2012-2013 fosse siccitosa come la precedente si potrebbe arrivare ad una situazione drammatica nell'estate 2013 - o comunque c'è il rischio concreto che la situazione di emergenza si protragga per diversi anni 


Nota: Lo scrivente non è un geologo, né tanto meno un esponente di qualsivoglia organo pubblico. I dati forniti provengono da considerazioni logiche e matematiche fatte sui pochi dati reperiti. E' evidente che, nonostante l'attenzione posta nello scrivere il presente articolo, le conclusioni tratte sono da prendere con la massima cautela

http://www.ilsitodifirenze.it/content/213-video-bilancino-mancano-30-milioni-di-m%C2%B3-di-acqua-le-immagini-del-lago
http://www.publiacqua.asp.softecspa.it/monitoraggio-sistemi-acquedottistici/situazione-idrica-diretta
Se ti è piaciuto quello che hai letto o l'hai trovato utile e/o interessante lascia un segno del tuo passaggio: condividi sui social o lascia un commento. Grazie!

0 commenti:

Posta un commento

Ringrazio tutti quelli che vorranno lasciare un commento o che seguiranno o sottoscriveranno il mio blog. Il linea di massima cercherò sempre di ricambiare.
Nel caso vogliate fare delle richieste o dei commenti off-topic ossia non collegati all'argomento dell'articolo, vi sarei grato se li postate sulla pagina Facebook del blog. Grazie!
Ho dovuto purtroppo attivare la moderazione a causa di alcuni commenti offensivi nei confronti di terzi.